Funerale al pollo nel supermercato, la protesta (tragicomica) degli animalisti


È stata una protesta animalista, ma agli occhi dei profani ha avuto risvolti divertenti l’ultima iniziativa Direct Action Everywhere in un supermercato di Berkeley, in California. Gli attivisti hanno preso un pollo dal banco della carne, l’hanno messo in una bara e hanno recitato una serie di orazioni funebri, “in memoria di tutte le vite perse”, per “gli animali le cui parti mutilate vengono vendute qui”. (continua dopo il video)


“Sono stati uccisi brutalmente e senza motivo” dicono i celebranti, “avevano sentimenti, desideri, curiosità, provavano dolore…” cercano di far capire alle persone che stanno facendo la spesa, mentre il personale del supermarket cerca di mandarli via.  “Non è cibo,  è violenza” ripetono in coro. Poi, però, mentre si muovono con la bara per il corteo funebre, qualcuno che non la pensa come loro intona: “Pancetta, pancetta, pancetta…”