“Guarda come se la dà…”. Entra nel sexy shop armato di pistola e intenzionato a svaligiare le casse. Ma quello che succede dopo con le commesse è inimmaginabile. Il video che sta diventando virale in tutto il mondo. Quando si dice “top”…


 

Si sa, in caso di pericolo uno si difende con quello che può. Se poi siamo all’interno ad un negozio per adulti allora beh, le cose si fanno interessanti. Le telecamere di sorveglianza di un ‘adult store’ di San Bernardino, in California, hanno ripreso in un video la scena in cui un uomo armato entra nel sexy shop, pistola in pugno, e minaccia le commesse con l’intenzione di svuotare la cassa. Le donne reagiscono con coraggio. Prima cercano di dissuadere con la sola forza delle parole il rapinatore e poi gli lanciando addosso dildo e altri sex toys, mettendolo così in fuga. Dunque l’uomo, alla fine, ha dovuto lasciare il negozio a mani vuote sotto la minaccia di queste particolari armi improprie. Le immagini, trasmesse da un’emittente locale, verranno utilizzate dalla polizia per l’identificazione del criminale. La cosa interessante è che nessuno si è fatto male. Saranno state queste armi improprie, la determinazione delle commesse, la scarsa intraprendenza del malfattore (ma cosa ci si può aspettare da un rapinatore di sexy shop?), fatto sta che il criminale è uscito senza far fiato, senza, a quanto pare, fare danni o un bottino sostanzioso. (Continua dopo la foto)







Le donne sono poi state intervistate dalla tv locale le quali hanno spiegato che non hanno avuto il che minimo dubbio di coalizzarsi contro una persona del genere. “Eravamo pronte a prenderci anche un colpo di pistola”, hanno affermato. “Ma forse la pistola era addirittura finta”, forse i modi del rapinatore erano tutt’altro che professionali. Anche in Italia è successo qualcosa di analogo. Siamo al RedParadise a Lissone, esercizio commerciale situato lungo la Valassina. Il malvivente, secondo quanto riferito dal titolare, unico presente in negozio al momento dell’accaduto, ha agito solo.

(Continua dopo la foto e il video)




 

Il rapinatore si è presentato con il volto coperto da un passamontagna e con una pistola in mano. Minacciando il proprietario è riuscito a farsi consegnare l’incasso presente in quel momento nel registratore di cassa pari a circa 400 euro in contanti. L’uomo si sarebbe poi allontanato a piedi per le vie adiacenti. Sull’episodio indagano i carabinieri della compagnia di Desio guidati dal capitano Cosentino. In ogni caso, tutto è bene ciò che finisce p…bene.

Ti potrebbe anche interessare: La passione non ha età ma certe volte le cose non vanno proprio come dovrebbero. Come a lui, 81enne, assolutamente incapace di mettersi l’anima in pace. E così decide di entrare in un sexyshop e… beh, ecco cosa succede dopo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it