“Picchiare la donna per renderla obbediente”. I consigli choc del ‘particolare’ terapista sconvolgono web e opinione pubblica. È davvero troppo…


 

Parlare con le donne, dare loro le spalle nel letto e infine picchiarle, senza mai usare il bastone ma piuttosto usando un ramoscello o un fazzoletto per far capire loro che hanno sbagliato. Queste le tre linee guida fornite da Khaled Al-Saqaby, un terapeuta saudita che ha pubblicato un video sul ‘modo corretto’, per i mussulmani, di ‘educare le proprie mogli’. Il video è stato registrato nel mese di febbraio, ma è stato rilasciato questa settimana dal Memri, The Middle East Media Research Institute.

(Continua a leggere dopo la foto)



Il terapeuta invita ha registrato il video seduto in un bosco, invitando gli uomini che hanno la necessità di educare le loro mogli a seguire le sue indicazioni per farlo in “modo sicuro”, secondo le norme della religione islamica. L’uomo precisa che il vero problema è la ricerca di uguaglianza che le donne cercano e che il fatto che cerchino di avere gli stessi diritti degli uomini è un fatto gravissimo. E le sue parole sono chiare:

“Sono consapevole che questo è problema spinoso e che ci sono molti rischi, ma se Allah vorrà attraverseremo questo ponte in modo sicuro. “Credo che il problema sorga quando i mariti non capiscono come comportarsi quando le mogli disobbediscono. Alcune donne lo fanno e se lo fanno è perché i mariti glielo permettono non sapendo come affrontare la situazione”.

(Continua a leggere dopo la foto)


Khaled Al-Saqaby spiega passo dopo passo, come procedere in questo processo “educativo:

“Il primo passo è quello di ricordare alla donna i suoi diritti e i suoi doveri secondo Allah. Poi arriva il secondo passo Gli uomini dovrebbero continuare a condividere il letto con mogli, ma dando loro le spalle. Non devono separarsi dormendo uno in una stanza e uno in un’ altra. Come mi disse una donna una volta, questo è il modo più ingegnoso per disciplinare una moglie. Se il marito lascia la stanza è più facile per lei che se rimane, ma le volta le spalle”.

Infine, il terapeuta sottolinea che questo comportamento non deve essere la scusa per sfogare la rabbia:

“Le donne devono capire l’obiettivo che è la disciplina. Non devono essere picchiate con il bastone, ma con un ramoscello si Sewak o con un fazzoletto perché l’obiettivo è quello di far capire alla moglie che ha sbagliato nel trattare il marito in quel modo”.

 

 

 “Costretto a convertirmi all’Islam per non morire”