”Scintille” a lavoro, litiga con i colleghi e si vendica in un modo atroce: li cosparge di benzina e gli dà fuoco. Il video choc fa il giro del web


 

Si stavano incamminando verso una stazione di servizio dopo essere rimasti senza carburante, ignorando che da lì a pochi minuti sarebbero rimasti vittime della follia del loro collega, che dopo averli cosparsi di benzina gli ha dato fuoco in mezzo alla strada. È accaduto a Baltimore, nel Maryland dove Christopher Harrison, scrive il ‘Daily Mail’, è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio di primo grado, aggressione e comportamento irresponsabile.

(Continua a leggere dopo la foto)



Pochi istanti prima del terribile incidente, accaduto venerdì scorso, l’uomo di 28 anni e tre dei suoi colleghi si erano diretti verso la stazione di servizio, quando sulla via del ritorno avrebbero iniziato a litigare dando inizio a una scazzottata. E all’improvviso il gesto dissennato: Harrison ha versato la benzina su due di loro, dandogli fuoco.

Entrambi gli uomini sono ora in ospedale. Una delle due vittime ha subito ustioni sul 90 per cento del corpo ed è in condizioni critiche, mentre l’altro riporta ustioni sul 60 per cento del corpo ma si trova in condizioni stabili. Al momento sono ignote le ragioni che hanno scatenato la disputa ma uno dei testimoni, Anthony Rodriguez, che lavora con i tre uomini, ha raccontato che Harrison aveva iniziato a discutere con i due quando questi avevano iniziato a provocarlo, incitandolo a fare a pugni: “Continuavano a spingerlo – ha riferito Rodriguez – e spingendolo dicevano che volevano combattere contro di lui”.

La scena, immortalata in un video choc e subito pubblicato online, mostra i due uomini avvolti dalle fiamme: uno di loro si rotola su un terrapieno, mentre l’altro corre terrorizzato sull’autostrada gridando aiuto, fino a restare senza vestiti.

Caffeinanews by AdnKronos

www.adnkronos.it

A 8 anni litiga con la sorella e i genitori lo chiudono in camera, poi la tragica scoperta…