Il segreto della Gioconda, ecco la nuova tesi (scientifica ma un po’ pazza)


Si torna a parlare della Gioconda, della sua identità, uno dei misteri della storia dell’arte mondiale. L’ultima teoria è made in Hong Kong e si accosta a quella che fu la lettura del capolavoro di Leonardo da parte del padre della psicanalisi. A suggerire la “novità” è lo storico italiano Angelo Paratico nel suo ultimo libro in lavorazione, Un accademico cinese perso nel Rinascimento italiano. Sostiene che la donna è la madre di Leonardo, una presunta schiava di origini cinesi. I documenti, spiega Paratico, per ora non hanno fatto altro che infittire il mistero della madre di Leonardo, il cui nome era Caterina. Di lei scompare ogni traccia dal 1452, anno di nascita del figlio. Lo storico spiega che vi è certezza che la madre del genio fosse di origini orientali, ma per dire che si trattasse di una cinese bisogna usare un “metodo deduttivo”.

(continua dopo la foto)



Risulta infatti che un cliente del padre di Leonardo avesse una schiava cinese di nome Caterina. Da qui la supposizione dello storico, che mostra altri indizi sulle possibili origini cinesi di Leonardo, come il fatto che scrivesse da sinistra verso destra e che fosse vegetariano. Anche alcuni dei misteriosi sfondi dei suoi quadri, compreso quello della Monna Lisa, richiamerebbero atmosfere orientali. E l’ammiccante Gioconda altri non sarebbe che Caterina, come sosteneva Freud, secondo il quale il dipinto più famoso al mondo è, semplicemente, il ritratto di una madre.