Giallo a Kensington Palace: William e Kate invitano gli Obama per una ”cena informale” e, dopo poco, salta fuori un retroscena ”particolare”. Qualcuno lo aveva notato?


 

Barack Obama e la first lady Michelle hanno incontrato i reali d’Inghilterra. E, se siete stati connessi, nei giorni scorsi vi sarà capitato di vedere la foto del principino George che, tenerissimo, prima di andare a letto, è andato a salutare il Presidente degli Stati Uniti d’America in tenuta da notte. Avete presente quella foto che ha mandato il tilt il web? Eccola qua sotto, qualora ve la foste persa. Dopo la visita, che ha avuto luogo venerdì 22 aprile 2016, per opera del tabloid ‘’The Sun’’, salta fuori un retroscena ‘’particolare’’ di quella sera.

(Continua a leggere dopo la foto)



Forse non tutti sanno che, nel salotto di Kensigton Palace, c’è un quadro noto come The Negro Page. Ebbene, questo quadro, quando sono arrivati gli Obama, ha avuto una strana sorte. Già, perché l’opera in questione è stata ‘’coperta’’ per non offendere gli Obama con la scritta ‘’negro’’ (che, anche nei paesi anglofoni, ha assunto, col tempo, una connotazione razzista). In occasione della cena informale che si è tenuta in onore di Obama e signora a casa di William e Kate, di fronte alla scritta politicamente scorretta del quadro, è stata posizionata una bella pianta. Accanto alla piante, è stata posizionata una bella lampada. Insieme, le due cose hanno coperto la scritta con il titolo dell’opera che avrebbe potuto offendere il Presidente e sua moglie. 

(Continua a leggere dopo la foto)


A raccontare l’incidente è stato il Sun, anche se il portavoce di Kensington Palace non ha avuto commentare la notizia. Ma di che opera si tratta? Del ‘’The Negro Page’’, come dicevamo sopra: un paggio nero con due cavalli alla briglia, in un paesaggio olandese del 1660. Pensate che il rinnovamento del quadro è costato ai reali 4,5 milioni di sterline. Dal suo rinnovamento, è la prima volta che viene mostrato al pubblico. 

Chissà se gli Obama avranno fatto caso a quel retroscena…

(Continua a leggere dopo la foto)


Nella stanza, oltre al retroscena, si notano altri particolari. Per esempio i regali che il presidente americano aveva fatto in passato al piccolo George, tipo il cavallo a dondolo fatto a mano e una coperta di lana di alpaca, come buon auspicio per la sua nascita nel 2013. Il nuovo regalo? La copia peluche di Bo, il cagnolino della Casa Bianca.

 

”Quel vestito è mio, ci vediamo in tribunale”. Solo oggi, a 5 anni dal Royal Wedding, viene fuori questo spiazzante retroscena sull’abito da sposa di Kate Middleton. Ecco cosa sta succedendo