“Van Gogh alive – The experience”, la mostra che sconvolgerà i vostri sensi e la vostra concezione di arte. Un evento unico nel suo genere. Dove e quando: tutte le info


 

Non c’è che dire, il 2017 si dimostra per quello che è: uno degli anni più culturali di sempre. Solo qualche giorno fa abbiamo parlato delle 10 mostre (più interessanti, secondo noi) assolutamente da non perdere. Ma una in particolare ha pizzicato la nostra curiosità e visto che è in procinto di chiusura forse è il caso che ve ne parliamo. È iniziata il 25 ottobre 2016 e terminerà fra poco, precisamente il 26 marzo 2017. Siamo al Palazzo degli Esami a Roma dove, udite udite, ancora per poco c’è la grande mostra multimediale Van Gogh Alive – The Experience, dedicata al grande pittore olandese che, con il suo stile unico e inconfondibile, ha gettato le basi dell’arte moderna. “Esplorate la vita e le opere di Vincent van Gogh nel periodo che va dal 1880 fino al 1890. Interpretate i pensieri e le emozioni nel suo vagare tra Parigi, Arles, Saint-Rémy e Auvers-sur-Oise, i luoghi dove creò molti dei suoi capolavori senza tempo. Osservate queste opere cogliendone tutti i dettagli, studiandone il colore e la tecnica. Fotografie e video, combinate alle opere di Van Gogh, vi mostreranno le sue fonti di ispirazione”. (Continua dopo la foto)







“Sincronizzate con una potente colonna sonora – affermano gli esperti –  più di 3.000 immagini di grandi dimensioni creeranno un allestimento elettrizzante che riempirà schermi giganti, pareti, colonne dal soffitto fino al pavimento, immergendovi completamente nei colori vibranti e nei dettagli intensi che caratterizzano lo stile unico di Van Gogh”, scrivono con soddisfazione i curatori della mostra. L’evento utilizza la tecnologia SENSORY4™, un sistema unico che incorpora oltre 50 proiettori ad alta definizione, una grafica multi canale e un suono surround in grado di creare uno dei più coinvolgenti ambienti multi-screen al mondo.

(Continua dopo le foto)








 

Grandi immagini, nitide e cristalline, così reali da desiderare di toccarle con mano, illuminano schermi e superfici che esaltano l’originalità dello spazio espositivo e si accompagnano a delle musiche di Vivaldi, Ledbury, Tobin, Lalo, Barber, Schubert, Satie, Godard, Bach, Chabrier, Satie, Saint-Saëns, Godard, Handel. Il costo del biglietto è in linea con quelli delle altre mostre similari, Intero 15 euro Ridotto 6-12, studenti, over 65, disabili 12 euro. Per i bambini sotto i sei anni ingresso gratuito se accompagnati da un familiare. Non vi resta che sbrigarvi!

Ti potrebbe anche interessare: All’asta un Van Gogh per 50 milioni di dollari

 

Per info: http://www.vangoghroma.it/

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it