Meteo, freddo e gelo in arrivo su tutta Italia. Temperature giù di 10 gradi


Dopo l’aumento delle temperature degli ultimi giorni qualcuno si era forse illuso sulla fine dell’inverno e su un anticipo della primavera. Ma non è affatto così. Le temperature sui 15-18 gradi sono destinate a lasciare spazio a rilevazioni ben più rigide, fino a dieci gradi in meno. In particolare su Roma i dati e le immagini del satellite spingono in molti a fare previsioni di gelate in arrivo sulla Capitale. E in molti sognano un San Valentino con le strade e i monumenti imbiancati.

Non solo, si parla addirittura di nevicate record, addirittura superiori a quelle del 1985 e del 2012. In questo momento sappiamo che un nucleo gelido di aria freddissima si sta muovendo dalla Siberia verso l’Europa centrale. Ebbene quest’aria raggiungerà ben presto l’Italia. Parliamo del Burian, un’ondata di freddo tipico del territorio russo. Certo mancano ancora diversi giorni all’arrivo del Burian e serviranno altre conferme nelle prossime ore. (Continua a leggere dopo la foto)






La tendenza generale, comunque, è stata confermata da diversi modelli matematici che puntano tutti, in modo pressoché unanime, su un’intensa ondata di freddo e gelo a partire da San Valentino, 14 febbraio. Intanto, secondo gli esperti di 3BMeteo, a partire dal 12 e 13 febbraio si formerà un potente anticiclone tra Scandinavia e Mar del Nord, che sarà supportato da un promontorio subtropicale che risalirà l’Europa. In questo modo il Vecchio Continente sarebbe chiuso sull’oceano Atlantico. (Continua a leggere dopo la foto)







“L’irruzione gelida – affermano i meteorologi – potrebbe interessare l’Italia, entrando dalla porta adriatica sotto-forma di assai freddi venti di bora e grecale. Con il gelo potrebbe arrivare chiaramente anche la neve fino in pianura e sulle coste. È ancora prematuro fornire ulteriori dettagli su entità e traiettoria di questa colata gelida”. Secondo le ultime analisi effettuati da siti specializzati il freddo gelido è atteso proprio per metà febbraio. (Continua a leggere dopo la foto)



Gelo e neve potrebbero dunque arrivare anche in pianura e sulle coste. Intanto la sindaca di Roma Virginia Raggi aveva emesso un’ordinanza, come spesso avviene, a inizio inverno. In caso di neve “i proprietari e gestori di stabili, durante e dopo le nevicate, dalle 8 alle 20, dovranno tenere sgomberi dalla neve i marciapiedi antistanti agli stabili stessi per una lunghezza di due metri”. Inoltre, per evitare il congelamento delle tubature, si consiglia di tenere aperto il rubinetto più vicino al contatore o alla bocca di erogazione o al tubo di ingresso idrico dello stabile.

Meteo, sull’Italia la ‘sciabolata’ della Siberia. Temperature in picchiata ovunque e neve: quando arriva

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it