Meteo, cambia tutto. Cosa ci aspetta dalla prossima settimana


Il maltempo lascerà temporaneamente l’Italia nella prossima settimana. Già da lunedì 14 infatti tornerà l’alta pressione e sarà più insistente del previsto garantendo maggior stabilità atmosferica su buona parte dell’Italia. Facciamo il punto della situazione per capire quanto durerà questa tregua dalle piogge. Gli ultimi aggiornamenti a disposizione sono stati forniti dal sito IlMeteo.it.

Tutto sembra essere confermato. Tra lunedì 14 e martedì 15 un campo di alta pressione si allungherà dal continente africano, abbracciando buona parte del bacino del Mediterraneo. Per questo motivo ci si aspetta una prevalenza di sole sulle nostre regioni. Attenzione perché stabilità atmosferica non vuol dire solo giornate soleggiate ma anzi, come spesso capita in questa stagione, sulle pianure del Nord torneranno le nebbie, nonché le gelate notturne al primo mattino, con valori termici prossimi allo zero. (Continua a leggere dopo la foto).






Poche novità anche per mercoledì 16 e giovedì 17 con ancora tempo stabile a parte qualche debole piovasco tra Liguria e alta Toscana. La nostra attenzione si sposta poi a venerdì 18 quando le velleità dell’alta pressione saranno minacciate dell’avvicinarsi di un fronte instabile in discesa dall’Atlantico che potrebbe porre fine al domino dell’alta pressione. (Continua a leggere dopo la foto).






Avremo infatti le prime piogge e rovesci a partire dalle due Isole Maggiori dove soffieranno anche intensi venti di Scirocco. Nel corso del successivo weekend il peggioramento dovrebbe estendersi al resto dell’Italia provocando l’ennesima ondata di maltempo del mese di Dicembre. Su questo comunque avremo modo di ritornarci nei prossimi aggiornamenti. (Continua a leggere dopo le foto).



La parte finale del mese di dicembre potrebbe venire completamente stravolta a causa di vivaci correnti in discesa dal Nord Europa. Dapprima con un ciclone ricolmo di aria fredda ed instabile proprio in concomitanza con il Natale e poi con l’arrivo verso Capodanno del gelo direttamente dalla Russia. Scopriamo insieme tutti i dettagli tracciando una tendenza su precipitazioni e temperature attese durante il periodo festivo. Partiamo con la nostra analisi dando uno sguardo allo scacchiere europeo (mappa sottostante), dove emerge chiaramente come proprio tra la Vigilia e il giorno di Natale un ciclone sospinto da correnti molto fredde di origine Polare investirà buona parte dell’Europa Centrale fino a sconfinare sull’Italia. Si prefigura insomma una fase piuttosto movimentata con la possibilità di piogge e rovesci in particolare al Centro-Nord e sulle due Isole maggiori.

“2000 euro di multa”. Salasso per ristoratore e clienti: la polizia li ha sorpresi così

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it