Meteo Italia. Allerta per il ponte dell’Immacolata, neve a bassa quota e acquazzoni: ecco dove


Previsioni Italia, l’allerta meteo non si arresta. Non solo perturbazione impervie che continueranno a caratterizzare i primi giorni della settimana, ma anche forti piogge e neve fino al ponte dell’Immacolata. Gli italiani si dovranno preparare a “Possibili disagi e blackout” in vista per il maltempo.

Allerta meteo prevista fino al ponte dell’Immacolata e pochi giorni prima la Vigilia. Solo durante i primi giorni della settimana si assisterà a un leggere miglioramento, per l’assenza dell’alta pressione ma dopo lunedì con poche piogge, per l’8 dicembre una seconda perturbazione  interesserà l’Italia intera, da Nord a Sud. Infatti secondo quanto affermato dagli esperti meteo sarà previsto un “rischio di criticità” a causa di nubifragi. (Continua a leggere dopo la foto).






Ancora una volta non verranno colpite solo le zone ad alta quota, ma anche quelle a partire dai 1.000 metri fino a quote più basse: “si stimano accumuli vicino ai 2 metri a quota 1.600. “Sono dinamiche anomale per il mese di dicembre, più tipiche dell’autunno”, nota il meteorologo di 3bmeteo Carlo Migliore. Il sito parla di “possibili disagi e blackout” a causa del manto bianco. (Continua a leggere dopo la foto).






Dopo brevi schiarite dal pomeriggio al Nord-Ovest, le temperature subiranno un netto calo, tra forti venti di Scirocco su Ionio, Puglia, Basilicata, medio e basso Adriatico. Se giorno 7 sarà caratterizzato da forti piogge a Nord, non mancherà la neve a minacciare fino ai 500 metri di quota. Non saranno risparmiate le isole della  Sardegna e della Sicilia occidentale toccate da continue piogge. (Continua a leggere dopo le foto).



E il focus riguarda proprio la giornata dell’8 dicembre, quando un ciclone in picchiata sul mar Mediterraneo alimenterà fredde correnti di aria Polare-marittima. Ma anche fiocchi di neve in vista fin verso i 400 metri di quota tra Piemonte e Lombardia ed oltre i 700 su Alpi e Prealpi orientali. Senza dimenticarsi delle instancabili raffiche di vento freddo ad oltre 60/70 km/h.

Auto contro un muro, mamma Marta muore a 34 anni. L’ultimo messaggio social: “Mai più occhi tristi”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it