Meteo, primo weekend polare in Italia: temperature giù di 15 gradi, vento e anche neve


Meteo, un’ondata di freddo di origine polare arrivata sull’Italia. Il sensibile calo delle temperature potrebbe inoltre favorire importanti nevicate sui nostri rilievi, con i fiocchi che potrebbero spingersi fin sotto gli 800 metri di quota. La neve potrebbe fare la sua comparsa in città come Potenza, Isernia e Campobasso, anche sotto forma di bufera.

A tal proposito, andrà prestata particolare attenzione ai venti burrascosi che ruoteranno attorno al minimo depressionario: di Maestrale su Sardegna e Sicilia, con possibili mareggiate, di Bora sul medio e alto Adriatico, di Grecale sulla Puglia e, infine, dai quadranti meridionali sui settori ionici. L’irruzione di venti di Bora, Grecale e Maestrale con raffiche fino a 100 km/h causerà un’intensa fase di maltempo a carattere freddo che interesserà principalmente il Centro-Sud. Continua dopo la foto






Il repentino e brusco calo delle temperature (fino a 15°C in meno) provocherà le prime gelate della stagione al Nord e porterà la neve sull’Appennino al di sotto dei 1000 metri. Il vortice richiamerà venti freddi di Bora e Grecale che soffieranno fino a 100 km/h sul Tirreno e 70km/h in Adriatico. Le precipitazioni interesseranno velocemente il Nord in mattinata per concentrarsi poi al Centro-Sud sotto forma di temporali, grandinate e frequenti nubifragi. Continua dopo la foto






Manca ancora qualche settimana all’avvio dell’inverno il quale, dal punto di vista meteorologico, inizierà martedì 1° dicembre, tuttavia, grazie alle proiezioni sul lungo periodo possiamo, già farci un’idea su quello che ci aspetta. Gli ultimi aggiornamenti vedono un’anomalia positiva di temperature di circa +3°C rispetto alle medie climatiche di riferimento su buona parte del territorio nazionale. Si tratta di uno scarto molto rilevante, che di fatto si traduce in bassissime probabilità di nevicate fino a bassa quota o in pianura. Continua dopo la foto



 


Questi valori, decisamente anormali, potrebbero concretizzarsi proprio nel periodo compreso tra la Festa dell’Immacolata e Natale. A conferma di ciò vi è anche l’anomalia positiva di pressione prevista sul comparto europeo centro-meridionale, una sorta di perenne scudo protettivo contro le incursioni gelide di origine Polare e gli affondi perturbati atlantici.

Ti potrebbe interessare: Rivoluzione a Amici, l’annuncio di Maria De Filippi: quest’anno c’è una grossa, grossissima novità

Tags:

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it