Meteo Italia, l’estate non molla la presa: in arrivo una settimana rovente


La storia si ripete. Come l’anno scorso e come due anni fa l’estate continua a dominare il nostro Paese, ma anche l’intera Europa. Tutta colpa di un grosso anticiclone africano che dal Marocco e dalla Spagna si è innalzato verso la Francia allargandosi a Germania, Polonia e il resto del continente. Anche l’Italia è stata avvolta da questa gigantesca bolla d’aria calda.

Crolleranno molti record di temperature in tutto il Vecchio Continente, da Parigi a Berlino e poi Varsavia si stanno per toccare punte di 32-34°C di giorno. Valori davvero eccezionali per essere settembre. Anche l’Italia non sarà da meno afferma il team del sito www.iLMeteo.it. Si registreranno punte superiori ai 30°C su gran parte delle città italiane, ma fino a 32-34°C a Bologna, Firenze, Roma, Napoli e Taranto. Questa anomala ondata di caldo potrebbe durare fino all’equinozio d’Autunno, dopo di che le perturbazioni atlantiche potrebbero avere il via libera per far partire la stagione delle piogge. Ecco il dettaglio della settimana. Continua dopo la foto






F

Lunedì 14 – Al Nord: sole prevalente. Al Centro: cielo poco nuvoloso. Al Sud: instabile sulla Sicilia con precipitazioni sparse. Martedì 15 – Al Nord: poco nuvoloso. Al Centro: nuvolosità diffusa sui rilievi. Al Sud: piovaschi su Campania e Calabria, isolati temporali in Sicilia. Mercoledì 15 – Al Nord: temporali sparsi sulle Alpi, sole altrove. Al Centro: temporali pomeridiani sugli Appennini. Al Sud: molte nubi, isolati temporali sui rilievi calabresi e in Sicilia. Continua dopo la foto






Giovedì 16 – Al Nord: qualche temporale sulle Alpi orientali, sole altrove. Al Centro: temporali pomeridiani sugli Appennini. Al Sud: temporali pomeridiani sugli Appennini. Venerdì 17 – Il sole sarà ancor più prevalente su tutte le regioni, weekend con tante nuvole al Nord, tanto sole al Centro-Sud. Poi delle correnti atlantiche riusciranno a picconare il muro anticiclonico ed i rovesci si faranno via via più insistenti specie sulle zone montuose. Continua dopo la foto



 


Ma per il vero cambio di rotta dovremo aspettare l’ultima settimana del mese, quando, intorno al 24 un pericoloso ciclone sospinto da masse d’aria più fredde ed instabili darà il via ad una fase di maltempo piuttosto intensa. Al momento le previsioni dei principali modelli indicano precipitazioni abbondanti in particolare a partire dalle regioni del Centro Nord (Piemonte, Lombardia, Liguria, Toscana). Il peggioramento potrebbe successivamente estendersi anche al resto del Paese.

Ti potrebbe interessare: “Stai sbagliando”. Nina Moric contro Fabrizio Corona. È di nuovo guerra: “Quello che fai…”

Tags:

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it