Tromba d’aria si abbatte sulla città italiana: grandine, alberi caduti, allagamenti e tetti divelti


Vento, tuoni, fulmini, pioggia, grandine e una tromba marina che ha colpito in pieno i quartieri del Ponente. Una violenta tempesta ha colpito Genova tra le 2 e le 4 di lunedì 7 settembre, durante le prime ore di allerta arancione, causando gravissimi disagi alla cittadinanza. Durante le prime ore del mattino, conclusa la tempesta, la città di Genova ha dovuto fare i conti con allagamenti in tutta la città, danni, blackout e uno smottamento che torna a fare paura sull’autostrada A26 a Masone.

Tra l’una e le quattro la perturbazione ha fatto cadere a Genova Bolzaneto 72,8 mm di pioggia, a Isoverde Campomorone 67, a Genova Pontedecimo 60,8 e a Genova Quezzi 56,8. Nella prima parte della notte la zona più colpita è stata Campo Ligure dove le centraline Arpal hanno segnato 52.2 mm di pioggia in un’ora in località Prai. Come riporta Genova24.it, paura in via Mura delle Chiappe, dove un fulmine è entrato nell’impianto elettrico di un’abitazione e una lavatrice ha preso fuoco. Tanti i semafori saltati, molte strade rimaste al buio per i guasti all’illuminazione pubblica, sottopassi allagati e alberi abbattuti. (Continua a leggere dopo la foto)






Il maltempo ha creato una tromba marina che si è abbattuta nei pressi del terminal Psa tra Pra’ e Palmaro provocando diversi danni tra cui un edificio scoperchiato. La Protezione civile ha emesso l’allerta arancione per Alto Adige, Lombardia, Veneto, Piemonte e Liguria. Gialla per Valle D’Aosta, Trentino, Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna e Toscana. Clima opposto al Sud, dove il caldo avrà picchi di 40 gradi. Tra martedì 8 e mercoledì 9, il vortice di bassa pressione si allontanerà temporaneamente verso le Isole Baleari. (Continua a leggere dopo la foto)






Il tempo tornerà abbastanza tranquillo anche se non mancheranno un po’ di nubi sparse. Solo da mercoledì sera torneremo a registrare qualche pioggia sulla Sardegna. Da giovedì 9 l’area ciclonica prenderà nuovamente vigore e tornerà a disturbare il tempo sull’Italia con il ritorno delle piogge e dei temporali dapprima sulla Sardegna, poi sull’estremo Nordovest e gran parte del Centro. Sarà il preludio ad un venerdì 11 all’insegna del tempo a tratti perturbato soprattutto sulle regioni centrali e meridionali dove si verificheranno rovesci e temporali diffusi. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Al Nord avremo un tipo di tempo meno perturbato anche se sarà comunque necessario l’ombrello. Infine, se tutto verrà confermato, anche il weekend sarà all’insegna del tempo capriccioso a causa della permanenza in sede tirrenica del vortice di bassa pressione.

Volevano una foto memorabile del loro matrimonio. Il marito che lascia la presa, lei che scivola: cosa è successo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it