Meteo, Italia spaccata in due: sarà una settimana pazza tra bombe d’acqua e temperature fino a 43°


“In queste ore aria più fresca oceanica richiamata da una vasta depressione sull’Atlantico sta raggiungendo le regioni settentrionali innescando temporali. Al Centro-Sud invece continuerà a dominare l’anticiclone”. Così il team del sito www.iLMeteo.it che avvisa: “Oggi, lunedì 17 agosto, tanti temporali dalle Alpi scenderanno verso le pianure del Nordovest per poi spostarsi rapidamente verso quelle del Nordest. Sono attese grandinate e improvvisi colpi di vento. Le temperature subiranno una diminuzione di 5-7°C.”.

“Martedì, la pressione comincerà lentamente ad aumentare al Nord con ultimi temporali sull’arco alpino, occasionali ancora sulle pianure del Nordest. Sul resto del Nord e al Centro-Sud il tempo sarà più stabile salvo isolati piovaschi sull’alta Toscana e sulle Marche. Le temperature subiranno una generale diminuzione su tutto il Paese con un clima caldo piacevole”. Ma “le cose cambieranno radicalmente da mercoledì”. Continua dopo la foto






“L’alta pressione tornerà a espandersi su tutte le regioni regalando una giornata prevalentemente soleggiata. Da giovedì l’anticiclone africano dal deserto dell’Algeria si innalzerà verso il nostro Paese. Aria caldissima e ricca di umidità investirà tutte le regioni. Le temperature subiranno un sensibile aumento”. Il team del sito www.iLMeteo.it avverte che “i valori termici massimi previsti tra venerdì e domenica prossima toccheranno punte di 38°C in Emilia, in Toscana (Firenze), Umbria, Lazio, Puglia, Sicilia. Continua dopo la foto






“Temperature fino a 43°C invece sulle zone interne della Sardegna, la regione più calda di questa settimana”. Dopo il 21 agosto, dall’Africa si espanderà nuovamente un promontorio anticiclonico che traghetterà aria sempre più rovente direttamente dal deserto del Sahara verso l’Italia. Ma attenzione, all’orizzonte i modelli iniziano ad intravedere un drastico cambio di rotta. Insomma, c’è una possibile data per la classica rottura della stagione, già entro fine agosto. Continua dopo la foto



 


Volgendo lo sguardo agli ultimi aggiornamenti a lungo termine del centro di calcolo americano (GFS), intorno alla fine del mese di agosto pare probabile la formazione di un vasto sistema depressionario colmo di aria fresca e instabile tra le Isole Britanniche e la Scandinavia che, con il suo lento movimento, potrebbe spingersi fino a coinvolgere gran parte delle nazioni dell’Europa centro-settentrionale.

Ti potrebbe interessare: Francesca Cipriani, la soffiata bomba fa il giro della rete. Per lei un’investitura in piena regola

Tags:

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it