Meteo, il caldo estremo non molla l’Italia: ci aspettano ancora giorni bollenti


Meteo, il caldo estremo non è ancora intenzionato a passare. Ci attendono ancora giornate bollenti con il termometro che tra il weekend di Ferragosto e l’inizio della prossima settimana potrà anche superare, localmente, la soglia dei 40 gradi. Non manca tuttavia molto alla fine dell’ondata di caldo, che sarà determinata dall’afflusso di aria fresca sull’Italia. Inizialmente le temperature caleranno al Nord, poi al Centro e in Sardegna e, in seguito, anche al Sud e in Sicilia.

Sulle regioni centro meridionali e sulle Isole maggiori, la giornata di lunedì sarà ancora soleggiata e molto calda, con valori che localmente potranno anche raggiungere o superare la soglia dei 40 gradi.Al Nord il tempo sarà più variabile per il passaggio di una debole perturbazione. Inizialmente rovesci o temporali potranno svilupparsi sul nord del Piemonte e della Lombardia e, in forma più isolata, anche sulle Alpi centro-orientali. Continua dopo la foto






Nel corso della giornata possibili temporali isolati coinvolgeranno anche il basso Piemonte, i rilievi della Liguria, la pianura del Veneto e il Trentino Alto Adige. Rovesci o temporali isolati si svilupperanno anche su pianura piemontese e pianura padana centro-orientale verso sera. Le temperature caleranno al Nord e, più lievemente anche al Centro e in Sardegna. Continua dopo la foto






Il caldo sarà ancora in intensificazione al Sud e in Sicilia. Martedì un secondo impulso di aria fresca di origine atlantica raggiungerà il Nord Italia, determinando tempo instabile soprattutto sulle regioni nord-orientali e, localmente, anche sul Levante ligure. Nella notte successiva qualche temporale potrà svilupparsi anche sul resto del Nord. Mercoledì la perturbazione farà sentire i suoi effetti anche su Appennino settentrionale, Marche e Abruzzo, dove tuttavia rovesci e temporali saranno isolati. Continua dopo la foto



 


Le temperature caleranno inizialmente al Centro e in Sardegna, poi anche al Sud e sulla Sicilia, dove tuttavia, specie sui settori ionici, sarà ancora possibile registrare temperature localmente elevate. Secondo le ultime elaborazioni modellistiche si attendono geopotenziali inferiori alla media sull’Europa settentrionale, contestualmente a geopotenziali in media sull’Europa centro-meridionale e sull’Italia. Ci attendiamo dunque sul nostro Paese condizioni in prevalenza anticicloniche, con periodici break temporaleschi al Nord legati alle code delle perturbazioni o impulsi instabili in transito sull’Europa centro-settentrionale. Temporali più probabili su Alpi e Piemonte, ma occasionalmente anche sul resto del Nord. Non escluso un marginale interessamento anche del Centro. Temperature a tratti sopra la media, specie al Centrosud, dove si potranno avere anche temporanee fiammate africane con picchi di oltre 36-38°C.

Ti potrebbe interessare: “Ma sei impazzita?!”. Bufera su Serena Enardu, stavolta non la salva nessuno: insulti come se piovesse

Tags:

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it