Meteo, afa e caldo infernale: temperature fino a 43°. E non finirà presto


Sulla scena italiana è tornato l’anticiclone sub-tropicale che per almeno per i prossimi 7 giorni riscalderà il Paese con temperature che potranno toccare punte superiori ai 40°C. Il vasto campo anticiclonico verrà minato di tanto in tanto da aria più fresca in arrivo dall’Atlantico e che innescherà dei temporali pomeridiani.

Il team del sito iLMeteo.it comunica che per tutta la settimana il sole sarà prevalente su gran parte delle regioni, il cielo sarà sereno o al massimo poco nuvoloso e le temperature continueranno a salire inesorabilmente. Per quanto riguarda le precipitazioni, si presenteranno sotto forma di temporale con locali grandinate e interesseranno principalmente i settori alpini, localmente quelli prealpini e più isolatamente le medio/alte pianure settentrionali. Continua dopo la foto






Fino a martedì i temporali potranno ancora colpire la Sicilia e gli Appennini meridionali fino a locali sconfinamenti sulle coste calabresi. Sotto il profilo termico i valori massimi cresceranno fino a superare i 35-36°C in Toscana, in Sardegna, in Sicilia, sulla Puglia e su alcune zone della Pianura Padana (bolognese, ferrarese, mantovano). Sul resto d’Italia i valori massimi staranno ben oltre i 32°C, eccetto in Liguria. Continua dopo la foto






Il team del sito iLMeteo.it avvisa che nel weekend di Ferragosto l’anticiclone continuerà a proteggere l’Italia aumentando addirittura la sua potenza. Sabato 15 il sole sarà prevalente e le temperature molto calde e afose (punte di 43°C su Sardegna e Sicilia interne), domenica 16 qualche temporale in più interesserà l’arco alpino. Una delle caratteristiche salienti di questa particolare estate è l’assenza di una figura stabile di alta pressione in grado di proteggerci dalle incursioni perturbate e temporalesche in discesa dal Nord Europa. Continua dopo la foto



 


E proprio l’Italia si trova spesso nel mezzo del campo di battaglia tra la risalita di masse d’aria calde e umide dall’Africa in contrasto con quelle decisamente più fresche e instabili. Questo mix micidiale è alla base dei violenti temporali che spesso sfociano in eventi tragici, ulteriormente esaltati dai cambiamenti climatici in

Ti potrebbe interessare:

Tags:

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it