Meteo, cambia tutto: nel fine settimana pioggia e grandine. Ecco dove


In queste ore un campo anticiclonico in parte di origine sub-tropicale e in parte oceanico si sta rinforzando su tutto il Paese. Proteggerà quasi tutta l’Italia fino a sabato pomeriggio, poi subirà un attacco dal Nord Europa. Il team del sito www.iLMeteo.it comunica che fino a sabato pomeriggio il tempo sarà soleggiato con cielo sereno o poco nuvoloso su gran parte delle regioni.

Da segnalare soltanto qualche temporale pomeridiano, venerdì, sui confini alpini e zone adiacenti ad essi. Le temperature saliranno ulteriormente raggiungendo picchi massimi di 36°C sulla Pianura Padana, come a Mantova, Ferrara, Parma, Reggio Emilia, Bologna, sulla Toscana (come a Firenze), in Sardegna (zone interne) e in Puglia (Foggia e Taranto). Sul resto delle regioni i valori massimi si attesteranno attorno ai 30-33°C (ad esclusione della Liguria e dei litorali). Da sabato pomeriggio le cose cambieranno. Continua dopo la foto






Aria fresca dal Nord Europa si tufferà sul Mediterraneo entrando dalla porta della Bora. Rovesci e temporali dalle Alpi scenderanno a macchia di leopardo su tutte le pianure del Nordest e della Lombardia entro sera e notte. Il team del sito www.iLMeteo.it avvisa che l’arrivo della Bora e del Grecale favorirà un nuovo abbassamento delle temperature che perderanno circa 7-10°C rispetto a questi giorni. Continua dopo la foto






Domenica il tempo migliorerà rapidamente, ma ancora qualche rovescio sul Piemonte occidentale e sui rilievi dell’Abruzzo, per il resto il sole sarà prevalente, ma con un clima ventoso. Rispetto alle estati a cui eravamo abituati, specie negli ultimi anni, la stagione che stiamo attualmente vivendo, sembra davvero anomala e stravagante. Questo perché sempre più spesso negli scorsi anni, l’anticiclone africano è venuto a farci visita, stazionando per periodi anche piuttosto lunghi sul nostro Paese (per esempio nel 2017 e nel 2019), al punto da arroventare l’Italia, rendendone il clima quasi insostenibile. Continua dopo la foto



 


L’ospite, si sa, dopo un po’ puzza e così anche l’alta pressione africana a tal punto che, stanchi del caldo e dell’afa, sono stati in molti a chiamare e a pregare a gran voce i temporali per avere un po’ di refrigerio, ma qualche isolata sfuriata non aveva certo migliorato di molto la situazione. Ecco invece che quest’anno non c’è stato affatto bisogno di fare la danza della pioggia: infatti le brevi ondate di caldo delle ultime settimane sono state rese ora più sopportabili da frequenti precipitazioni, improvvise quanto ristoratrici e così andrà avanti già nei prossimi giorni, a fine Luglio e per tutto Agosto, anzi sembra farsi strada addirittura una rottura per Ferragosto causata dalla Niña.
Questa che ora stiamo trascorrendo è però di fatto la bella e VERA estate italiana: calda sì, ma senza che le temperature tocchino valori da primato e senza che sia impossibile uscire di casa o dormire la notte. Insomma normale e NON anomala. La nostra idea di Estate si è dunque modificata negli ultImi anni, e psicologicamente consideriamo tale solo una stagione caratterizzata da tre mesi quasi ininterrotti di caldo estremo, ma in realtà non è così.

Ti potrebbe interessare: “Mia madre ha tentato di affogarmi”. Choc a ‘La vita in diretta’, la conduttrice lo rivela: Andrea Delogu gelata

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it