Estate 2020, torrida e con poche piogge. Temperature da record: cosa dicono le previsioni meteo


Meteo per i mesi da sempre ritenuti i più caldi dell’estate. Luglio e agosto, per chi ama vivere il periodo di ferie nel cuore della stagione estiva, quest’anno dovrà fare i conti con un caldo torrido. È quanto si apprende da un aggiornamento del Centro Europeo. E tra divieti ancora vigenti in seguito all’emergenza sanitaria e una stagione estiva atipica, le alte temperature potrebbero davvero rivelarsi un rimedio al coronavirus.

Secondo quanto riportato dal Centro Europeo, il caldo torrido arriverà in Italia tra i mesi di luglio e agosto. Capolista degli sbalzi termici e dei picchi di calore, sempre l’anticiclone africano. Anomalie termiche sparse un po’ ovunque, l’anticiclone africano potrà persino pesare un ‘+2°C ‘ rispetto gli scorsi anni. Un’estate sicuramente diversa, quella del 2020, segnata anche da un’emergenza sanitaria non del tutto superata. (Continua a leggere dopo la foto).








Ancora tanti i divieti e le limitazioni, ma è giusto così. Nonostante i numeri promettano bene, l’emergenza sanitaria dovrà essere fronteggiata senza mai abbassare la guardia, e in questo senso anche il caldo potrebbe rivelarsi un aspetto prezioso contro il virus. Il Decreto Riapertura ha parlato chiaro, la vita sulle spiagge sarà diversa e richiederà la collaborazione di tutti, ma anche il caldo, in parte potrà rivelarsi utile. (Continua a leggere dopo la foto).






L’uso delle mascherine e il divieto di creare assembramenti dovranno continuare a rappresentare le linee guida fondamentali da seguire, ma da un recente articolo che vede come autori un team di esperti con a capo Francesco Ficetola e Diego Rubolini, professori al dipartimento di Scienze e Politiche Ambientali dell’Università Statale di Milano, si fanno largo buone notizie. (Continua a leggere dopo la foto).



L’articolo è quello de “Climate Affects Global Patterns Of Covid-19 Early Outbreak Dynamics“ e sottolinea che la diffusione del virus pare sia agevolata dalla basse temperature. Questo il motivo per cui si fa cenno alla possibilità che il caldo, seppur a tratti torrido, potrebbe davvero risultare utile ai fini di un notevole rallentamento e diffusione del virus.

Alex Zanardi, quinta notte in ospedale. Ecco come sta: l’ultimo bollettino medico

Tags:

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it