Meteo, perturbazione artica in arrivo: temperature in picchiata


Cambia tutto per quanto riguarda il meteo. Le nuove previsioni degli esperti infatti sono davvero incredibili. In questi giorni in tutta l’Italia c’è stato bel tempo e si sono potuti indossare vestiti leggeri, ma probabilmente bisognerà nuovamente uscire dai propri armadi anche i maglioni. Infatti, a partire da stasera aumenterà la nuvolosità ed inizierà a cadere la pioggia in Sardegna. Tutta colpa dell’indebolimento dell’altra pressione a causa dell’arrivo di ben due perturbazioni.

La prima giungerà dalla Spagna e colpirà soprattutto le regioni del Centro-Sud entro martedì 14 aprile. L’altra perturbazione sarà di origine artica e si dirigerà verso l’Europa orientale e il Mar Nero, sfiorando la nostra Penisola tra martedì pomeriggio e le prime ore della mattina di mercoledì 15 aprile. La massa d’aria fredda si abbatterà sul Mediterraneo centrale e provocherà venti molto forti di Bora e Grecale. Quindi, inevitabile sarà il repentino abbassamento delle temperature. (Continua dopo la foto)










Le temperature caleranno sensibilmente in particolar modo mercoledì al Nord e nelle regioni che si affacciano sull’Adriatico. Da giovedì 16 aprile sarà però previsto un miglioramento, con il ritorno dell’alta pressione e la primavera che tornerà ad essere grande protagonista. Vediamo nel dettaglio come andranno le cose soprattutto domani. Nel Settentrione spazio al sole, anche se ci saranno nuvole sull’estremo Nord-Est e in Emilia-Romagna. Non sono escluse precipitazioni. (Continua dopo la foto)






Sulle altre regioni la nuvolosità sarà variabile, mentre c’è il serio rischio di imbattersi nella pioggia al Centro-Sud e in forma più sporadica in Sardegna. Le massime scenderanno di molto al Nord e sul versante adriatico, ma all’estremo Sud e nelle due isole potremo addirittura toccare i 25 gradi. Le principali variazioni dovrebbero avvenire mercoledì 15 aprile. Il calo netto delle temperature sarà sicuramente più avvertito dalla popolazione italiana. (Continua dopo la foto)



Tra due giorni il crollo termico sarà evidente. Nel corso della notte l’aria fredda dall’Artico darà vita a venti di Bora e Grecale al Centro-Sud e da est in Pianura Padana. I venti potrebbero raggiungere i 60-70 chilometri orari e ci sarà appunto il calo delle temperature. Rispetto al giorno di Pasqua, potremo anche avere una diminuzione di 10 gradi. Ma come detto precedentemente questa situazione meteorologica non durerà fortunatamente a lungo.

“Ho sbagliato”. Raffaella Mennoia, dolore e tristezza nella sue parole: per anni era rimasta in silenzio

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it