Bombe di calore e temperature bollenti: sarà un’ondata di caldo eccezionale. Ecco quando


Occorre ancora un po’ di pazienza e poi potremmo dare il benvenuto alla bella stagione. Infatti secondo gli esperti del Centro Metereologico Europea di Reading, l’estate 2020 potrebbe diventare la più calda degli ultimi cento anni. Forse anche troppo calda. Ma dovremmo essere pronti a tutto ormai, soprattutto agli imprevisti, posto che anche se calda, l’estate 2020 porterà con sé anche qualche piccola sorpresa. L’anticiclone nordafricano porterà con sé trombe d’aria e forti grandinate. Un’estate caldissima, ma con un pizzico di follia. Tutto questo, proviamo a scoprirlo insieme.

Un bimestre mai visto quello che vivremo ad inizio estate. Quattro stagioni? No, se ne aggiunge una quinta, prevista questa estate 2020. Temperature da caldo estremo si alterneranno a improvvise trombe d’aria e persino grandinate. Tutto questo per non perdere l’allenamento e ricordare che, l’anticiclone nordafricano non si dimenticherà di noi.  I mesi di giugno e luglio 2020 ci regaleranno temperature da record, forse le più calde dopo quelle che abbiamo avuto modo di vivere nel 2003. Più fresco agosto, ma non troppo. Le prime tendenze stagionali mettono le mani avanti e informano delle anomalie termiche positive anche di +1,5 gradi centigradi per i due mesi centrali della bella stagione. (Continua dopo la foto).







L’anticiclone nordafricano non si dimentica di noi e, infatti, farà capolino sull’Europa, portando trombe d’aria e forti grandinate. Previsioni meteo estreme che vedranno il nostro  termometro superare i 40 gradi, per poi abbassarsi senza preavviso. I calcoli matematici che permettono di prevedere i fenomeni meteorologici dei prossimi mesi, però, potrebbero essere messi in discussione dal  cosiddetto strat-warming di primavera, che, come affermano gli esperti, potrebbe essere “capace di sconvolgere ulteriormente il clima a scala europea”. (Continua dopo le foto).








Secondo quanto riportato sul sito Il Meteo: “Sono tre gli indizi che ci devono far riflettere: la statistica delle recenti stagioni calde, i cambiamenti climatici in atto e le previsioni stagionali: tutto conferma che è concreto il rischio che si verifichi un caldo davvero eccezionale, con picchi oltre i 40°C e con afa alle stelle”. Infatti sempre secondo gli esperti: “La causa primaria dell’anomalia nelle temperature sarà la maggiore ingerenza dell’anticiclone africano, (a dispetto della più temperata alta pressione delle Azzorre) principale responsabile di ondate di calore che dal cuore del deserto del Sahara raggiungono il nostro Paese. Queste condizioni le stiamo già sperimentando ormai da alcuni anni e molto probabilmente si ripeteranno, anche più marcate, nella prossima stagione”. (Continua dopo le foto).

Quindi, per fare il punto della situazione e ricapitolare: un’estate caldissima, ma estrema, in tutti i sensi. Fiammate africane che non escludono picchi superiori ai 40°C; questo non accadrà saltuariamente, ma anche per periodo prolungato. E mentre ci troveremo stesi sotto il sole o nelle acque dei nostri mari per rinfrescarci un po’, all’improvviso e senza preavviso, potremmo assistere a episodi temporaleschi mai visti prima. E se non dovesse bastare, il contenuto di umidità presente nell’aria condurrà alti tassi di afa. Insomma, questa estate se ne vedranno di belle, e di brutte. Forse dovremmo iniziare a riflettere bene su dove converrà trascorrere le ferie. A questo punto, mare o montagna?

Ti potrebbe interessaere: “La cosa più importante”. C’è Posta per Te, il gesto di Gonzalo Higuain arriva inaspettato: Maria commossa

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it