Meteo, la perturbazione arriva in Italia: neve, vento e calo delle temperature


In questi giorni assisteremo ad una graduale sconfitta dell’alta pressione che verrà cacciata dal flusso perturbato Nordatlantico che ha tutto l’intenzione di scendere di latitudine, influenzando il tempo anche sull’Italia. Il team del sito www.iLMeteo.it avvisa che fino a venerdì due perturbazioni colpiranno principalmente il Centro-Sud (settore tirrenico) con rovesci sparsi e nevicate sugli Appennini sopra i 1000 metri.

La nostra attenzione però si concentra al weekend quando una perturbazione più intensa interesserà il Nord e parte del Centro.
La giornata di sabato partirà con un tempo soleggiato su tutte le regioni, dal pomeriggio invece assisteremo ad un rapido peggioramento del tempo con nubi in aumento al Nord e in Toscana e prime piogge al Nordovest. (Continua a leggere dopo la foto)







Domenica il fronte perturbato si estenderà al resto del Nord, alla Toscana, all’Umbria e fino al Lazio. Le piogge risulteranno moderate o forti su Lombardia e Nordest, la neve scenderà copiosa sulle Alpi a partire dagli 800 metri circa. Qualche rovescio interesserà anche Toscana, Lazio e Umbria. (Continua a leggere dopo la foto)






Il team del sito www.iLMeteo.it avverte che questa perturbazione farà da apripista ad un più marcato peggioramento atteso da lunedì e poi martedì quando la formazione di un vortice ciclonico provocherà una fase di maltempo a tratti intenso che colpirà quasi tutta l’Italia. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Dal mattino del 26 febbraio sono arrivati venti forti o di burrasca sud-occidentali, con raffiche di burrasca forte, su Toscana, Umbria, Sardegna, Lazio, in graduale rotazione da Nord-Ovest ed estensione a Campania, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata e Calabria. In particolare, le raffiche più intense hanno riguardato i settori costieri e i settori appenninici. Mareggiate lungo le coste esposte.

Coronavirus, i decessi salgono a 12. Morto 69enne ricoverato in Emilia Romagna

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it