Meteo Italia, a febbraio cambia tutto. Brutte sorprese: ecco cosa ci aspetta


Ormai la voce circola ovunque: nei prossimi giorni si prevede una ‘sciabolata’ artica. E tutto viene giocato ancora una volta dal Vortice Polare. Il mese di febbraio si preannuncia davvero imprevedibile, o meglio ‘anomalo’. Le previsioni meteo annunciano un drastico cambiamento climatico. Infatti se i primi giorni del mese verranno condizionati dall’alta pressione di origine africana, che farà pregustare un’aria primaverile, basterà davvero poco per rendersi conto che la bella stagione è un sogno ancora molto lontano.

Pare che i primi giorni di febbraio saranno caratterizzati da un’alta pressione di origine africana, che concederà temperature comprese tra i 20 e 25°. Ma per il rammarico di tutti, l’anticipo di una stagione primaverile verrà bloccato sul nascere, posto un cambio radicale che si verificherà a partire dal 5 febbraio. Infatti lo spostamento verso Nord dell’anticiclone (tra Gran Bretagna e Islanda) innescherà un impulso gelido direttamente dal Circolo Polare Artico. Una cosiddetta ‘sciabolata artica’, perché rapida e incisiva. (Continua dopo la foto).








Probabilmente le regioni più colpite saranno quelle poste sul versante adriatico e in parte anche quelle del Sud Italia, con l’ipotesi che possano verificarsi anche casi di bufere di neve previste fino a bassissima quota. Ancora una volta, tutto sarà nelle mani del Vortice Polare, che stenta a ‘sbloccarsi’, dimostrandosi compatto e arroccato sulla sua sede naturale. Il riscaldamento della stratosfera, ovvero il fenomeno stratwarming, potrà condurre a una sua ‘frantumazione’, ma questo solo sul finire del mese. Le sorprese non finiranno, perché se il vortice polare si dividerà in due o più parti, aumenteranno le possibilità di bordate gelide anche in Italia. (Continua dopo le foto).








Tra venerdì e sabato i termometri resteranno più o meno fermi sui livelli degli ultimi giorni, anche se ci saranno alcune modeste differenze verso il basso al Nord e sulle regioni tirreniche del Centro per effetto di una maggiore ingerenza del tempo incerto dovuta al transito di una perturbazione attesa per la giornata di sabato. Da domenica potrebbe iniziare un incremento termico su gran parte del Paese e tra lunedì e martedì si potrebbe assistere a un aumento delle temperature sopra i 20°C. (Continua dopo la foto).

Non c’è da disperare, perché dopo un inverno caratterizzato da un clima anomalo e sorprese non del tutto piacevoli, già si parla di un’estate 2020 da record. Al momento, però, il ritardo nello stratwarming primaverile pesa sulle nostre teste: violente grandinate, trombe d’aria, alluvioni lampo e altri fenomeni fortemente impattanti potrebbero ancora infastidire i nostri weekend, ma una volta trascorse queste anomalie, il sole tornerà a riscaldarci e accompagnare la stagione estiva all’insegna del benessere.

Masterchef, l’eliminazione più emozionante della storia del cooking show. Tutti in lacrime

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it