Pazzo agosto: scatta l’allerta meteo. In arrivo violente grandinate e nubifragi


Sta per cambiare ancora una volta questa pazza estate 2019. Dopo la grandine e le strade imbiancate in agosto, ecco che una nuova perturbazione arriverà sulla nostra penisola da questa settimana. Potranno tirare un sospiro di sollievo gli italiani che sono in ferie? Si potrà organizzare qualcosa per Ferragosto, magari una bella cena all’aperto o la classica gita al mare? Lo scopriamo insieme tra pochissimo, ma le cose non sono uguali ovunque.

Se state in Lombardia, ad esempio, già da stasera dovete preparare ombrelli e accappatoi perché dalle 18.00 sono provisti intensi nubifragi con forti raffiche di vento e grandine su tutte le aree alpine e pre-alpine. Un’ondata di instabilità temporalesca che coinvolgerà in particolar modo tutta la fascia bresciana e della gardesana, con un occhio di riguardo all’area compresa tra Lario e Orobie, già sottoposta a intense piogge nei giorni scorsi. Continua a leggere dopo la foto.







La protezione civile della Lombardia ha infatti diramato un avviso di criticità per forti temporali specificando l’allerta arancione dalla serata di oggi, precisamente dalle 18 come vi dicevamo in apertura, per Valchavenna, la bassa e media Valtellina, tutta la zona dei laghi e delle pre-Alpi sia occidentali che orientali e Orobie. Verso la pianura e Milano invece è prevista un’allerta gialla che non deve comunque far stare troppo tranquilli: abbiamo visto infatti come i temporali estivi possano mettere in mostra tutta la loro violenza. Continua a leggere dopo la foto.




Il centro meteorologico della Lombardia avvisa di stare attenti soprattutto per quanto riguarda la fascia oraria compresa tra le 21.00 e la mezzanotte, con la raccomandazione per i cittadini di prestare attenzione a locali nubifragi con grandine intensa. Il clima sarà invece asciutto in Pianura Padana, ma non si esclude un interessamento del maltempo sulla Brianza. Rischio temporali che resterà intenso per tutta la giornata dì Mercoledì 7 agosto. Continua a leggere dopo la foto.


E i meteorologi spiegano: “A causa della persistenza di un’ondulazione perturbata a lambire ripetutamente le nostre Alpi, fino a mercoledì sera il comparto alpino osserverà tempo generalmente instabile, con molte nubi e possibilità di locali rovesci o temporali a più riprese”. Da giovedì, invece, si dovrebbe tornare alla normalità.

Al largo materassino: Carlo disperso. Poi la notizia peggiore: “Lo hanno visto”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it