Meteo, sarà un week end da bollino nero. Caldo rovente e picchi fino a 44°


Meteo da bollino rosso. Ci attende un finale di settimana nel segno del meteo dominato dall’anticiclone africano. La nuova rimonta anticiclonica sub-tropicale convoglierà aria molto calda ed umida, con canicola destinata ad intensificarsi sulle regioni centro-meridionali.

A partire dalla giornata di Venerdì, l’anticiclone Africano muoverà il suo centro motore verso nord est avvicinandosi ulteriormente al nostro Paese. Inizialmente saranno le regioni settentrionali ad essere interessate da un nuovo e deciso aumento termico. Tra Venerdì e Sabato infatti i termometri torneranno a salire bruscamente toccando picchi intorno ai 36-37°C su molte zone del Piemonte, della Lombardia, dell’Emilia e del Veneto. Fra le città più calde ci saranno Vercelli, Asti, Alessandria, Milano e poi Verona, Padova, Ferrara e Bologna. In seguito, da Sabato, ecco che la nuova ondata africana comincerà a colpire principalmente il Sud e solo marginalmente il Centro dove Roma e Firenze registreranno 34-35°C. Continua dopo la foto



Ma la fase più intensa si registrerà fra Domenica e Martedì quando al Sud e sulle Isole Maggiori il contesto climatico si trasformerà in rovente con punte prossime ai 37-38 gradi in Sardegna, fino a 40°C sulla Puglia e addirittura intorno ai 43-44°C nelle zone interne della Sicilia. Al Nord e su parte del Centro invece, il quadro termico comincerà nuovamente a ridimensionarsi fra Domenica e Lunedì quando le temperature accuseranno una rinnovata e graduale diminuzione, mentre continuerà a fare caldissimo al Sud e sulla Sicilia. Continua dopo la foto


Il meteo bollente prenderà quindi di mira le regioni meridionali, che però finora erano state risparmiate da picchi eccessivi di calura che hanno invece colpito di recente più direttamente le regioni settentrionali dove a fine giugno si sono misurati picchi da record.Venendo al Nord Italia, il meteo dei prossimi giorni proseguirà tra ombre e luci. La rimonta anticiclonica si farà sentire tra venerdì e sabato, quando anche la colonnina di mercurio salirà di nuovo vertiginosamente, sebbene senza raggiungere i picchi precedenti. Continua dopo la foto


 


Il weekend vedrà però l’approssimarsi di nuove infiltrazioni instabili sul Nord Italia. I primi cenni si avranno già sabato sulle Alpi con qualche acquazzone o temporale, in propagazione verso sera alle zone padane più settentrionali. Ulteriore accentuazione dell’instabilità domenica al Nord, quando i temporali saranno più diffusi e grandinigeni, in propagazione dalle Alpi alla Val Padana, specie sui settori centro-orientali. Questi temporali saranno l’antipasto di un peggioramento meteo più organizzato in avvio di settimana.

Ti potrebbe anche interessare:  “Aurora Ramazzotti e io tutte e due in dolce attesa”: il sogno di Michelle Hunziker diventa realtà? Bomba

Tags: