La ‘tempesta di Natale’. Meteo: tregua finita, maltempo pronto ad abbattersi sull’Italia


Situazione meteorologica instabile sull’Italia. Il meteo per Natale non promette niente di buono. Nebbia, pioggia e neve in arrivo. La tregua dalla neve insomma è solo parziale. Durerà fino all’ante vigilia di Natale quando, a fare la parte del leone, saranno formazioni nebbiose al Nord e su vallate e pianure principali del Centro-Sud. Nella giornata di Sabato 22 saranno possibili delle residue precipitazioni al Nordest, specie al mattino, ma anche su Toscana, Umbria, Lazio e Campania. Sul resto del territorio nazionale il tempo risulterà più stabile, anche con la presenza del sole, salvo per locali foschie sulla Pianura Padana centro-orientale.

Domenica 23 non si escludono degli occasionali piovaschi sulla Campania e sulla Calabria tirrenica, mentre andrà meglio altrove, dove il tempo si manterrà asciutto. Attenzione tuttavia a frequenti riduzioni della visibilità sulle pianure del Nord, nonché sulle vallate alpine e su quelle appenniniche centro-meridionali. (Continua dopo la foto)




Le nebbie, su queste aree, potranno rivelarsi anche fitte e localmente persistenti per tutto l’arco della giornata, causando non pochi disagi, soprattutto a chi dovrà mettersi alla guida.Per quanto riguarda infine le temperature, esse si manterranno sostanzialmente immutate, salvo per un lieve e generale aumento. Il clima dunque sarà piuttosto mite, con la colonnina di mercurio che al Centro-Nord raggiungerà i 15°C, mentre al Sud i termometri arriveranno a segnare fino a 17°C. (Continua dopo la foto)




La situazione tenderà a cambiare dal pomeriggio della Vigilia di Natale quando l’irruzione di aria più fredda da Nord/Nordest spingerà un intenso fronte perturbato verso l’Italia causando piogge forti e nevicate. Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito www.iLMeteo.it avverte che dal tardo pomeriggio e sera della Vigilia piogge e locali temporali colpiranno tutte le regioni adriatiche e si estenderanno nella notte e nella prima parte del giorno di Natale al Sud. (Continua dopo la foto)


 


Nevicate dapprima a quote alte, poi in calo fino a 600-900 metri sugli Appennini centro-meridionali. Le regioni settentrionali ad oggi sembrano escluse da questo peggioramento. In anteprima nazionale il direttore annuncia infine il ritorno dirompente dell’alta pressione che riporterà tempo stabile e soleggiato sull’Italia almeno fino a Capodanno, ma con il rischio nebbia sempre presente in Pianura padana.

Ti potrebbe anche interessare: Antonella Clerici perde le staffe con i follower: critiche per una foto