Il ciclone Isabel si abbatte sull’Italia. Bye bye sole, tenete a portata di mano gli ombrelli. Ecco dove colpirà e le previsioni (pessime) per i prossimi giorni


 

Ultime ore di alta pressione sull’Italia. Tra oggi e domani è prevista l’intensificarsi della nuvolosità su gran parte del Paese, con piogge dapprima sulle isole maggiori e sui settori alpini, poi verso gran parte del Nord entro sera e anche su buona parte delle regioni tirreniche. La temperatura, però, dovrebbe essere ancora relativamente alta con la neve che inizierebbe a cadere abbondante, soprattutto sulle Alpi, ma a quote superiori ai 1700/1800 m. Domani, una bassa pressione dovrebbe interessare gran parte d’Italia con piogge diffuse da Nord a Sud anche forti sulle regioni settentrionali.

(Continua a leggere dopo la foto)



La fase più fredda dovrebbe arrivare sabato. Previste correnti subpolari marittime che porteranno a un calo termico più marcato sul Paese, anche al Centro-Sud. In questa fase è possibile che la neve possa cadere a 1200/1600 m mediamente, nella notte su sabato e poi nel corso della mattinata di sabato stesso, sia sulle Alpi che sul Centro-Nord Appennino, qui più esposti i versanti occidentali. Possibili fiocchi a quote più basse, 900/1000 m, su Ovest Alpi, sui rilievi sardi e su quelli laziali-abruzzesi, poiché su questi settori il calo termico sarà più evidente.

Caffeina News by AdnKronos

www.adnkronos.com

 

“Lasciare i bambini a casa quando piove e fa freddo è sbagliato, bisogna farli uscire all’aria aperta”. L’esperta si scaglia contro i genitori troppo apprensivi e spiega il perché