Arriva ‘Attila’, gelo e temperature in picchiata in Italia. “Si toccheranno i -12°C”


Arriva il freddo barbaro. Da venerdì l’anticiclone migrerà verso la Scandinavia favorendo l’arrivo di aria fredda direttamente dalla Russia con Attila che farà piombare l’Italia in pieno inverno. Il team de iLMeteo.it comunica che il clima sarà ancora piuttosto mite fino a giovedì con bel tempo prevalente e ultime nebbie sulla Pianura padana.

Da venerdì, l’irruzione di aria fredda portata da Attila, sensibile diminuzione delle temperature e tempo che peggiorerà sulle regioni adriatiche con qualche pioggia o nevicata a 1200 metri, nubi e precipitazioni anche sulle Alpi piemontesi, mentre in Sicilia un ciclone nordafricano in avvicinamento all’isola provocherà nubifragi sul catanese. Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito iLMeteo.it avverte che nel corso del weekend l’aria fredda di Attila dilagherà su tutta Italia con un crollo termico di 12°C. (Continua a leggere dopo la foto)



Temperature che di giorno si assesteranno attorno ai 10°C al Nord e fino a 15°C al Centro-Sud, valori sotto i 7°C invece di notte al Centro-Nord. Ma il freddo continuerà ed anzi si accentuerà nella prossima settimana quando la neve potrebbe cadere fino in pianura, almeno al Nord e di giorno non si supereranno i 6°C con gelate notturne fino in pianura. L’alta pressione migrerà infatti verso il Nord Europa favorendo l’arrivo di aria più fredda proveniente dalla Russia, che sarà responsabile di un brusco calo termico. (Continua a leggere dopo la foto)


Dal prossimo weekend, spiega ancora ilmeteo.it, le temperature crolleranno quindi di 10-12°C, con valori massimi che a stento saliranno sopra i 12°C al Nord e non oltre i 15°C al Centro-Sud. Di notte, inoltre, valori vicini allo zero sulle pianure del Centro-Nord, con forti gelate sopra i 400 metri di altezza. I modelli matematici di previsione sono concordi nell’individuare una possente irruzione d’aria fredda proveniente direttamente dalla Russia e i cui effetti potrebbero estendersi verso l’Italia. (Continua a leggere dopo la foto)


Si tratterebbe di un’evoluzione eclatante, anche in virtù del fatto che si arriverà da un periodo di Alta Pressione e di temperature nettamente superiori alle medie stagionali. Le temperature scenderanno sotto gli zero gradi anche nelle principali città della Pianura Padana. L’arrivo di queste correnti più fredde ed instabili da Nord avrà delle conseguenze anche sulle Regioni del Centro Sud a causa della formazione di minimi depressionari sul Mar Tirreno con la possibilità di nuove precipitazioni intense sotto forma di rovesci o temporali.

Arriva ‘The Nose Warmer’, l’accessorio originale che farà felici i freddolosi