“Bollino rosso in 18 città”. Caldo, ecco quando ci sarà il picco. Il peggio deve ancora venire: tutte le precauzioni e il dettaglio zona per zona


 

Non ci serve certo il meteo alla tv e su internet per dirci che si muore di calco. Ognuno di noi è alle prese con strategie pazzesche per mantenere un po’ di fresco. Quel che è necessario sapere, però, è quanto durerà e soprattutto dove saranno i bollini rossi, perché qui la situazione è seria e si deve stare attenti. Non si placa la bolla di calore che attanaglia l’Italia. Nei prossimi due giorni la colonnina di mercurio segnerà un ulteriore rialzo e saranno ben 18 le città che raggiungeranno picchi di caldo da allerta massima. Domani e giovedì il ‘bollino rosso’ caratterizzerà Bologna, Bolzano, Campobasso, Firenze, Genova, Perugia, Pescara e Rieti, alle quali giovedì si aggiungeranno anche Brescia, Frosinone, Latina, Milano, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona e Viterbo. Lo segnala il bollettino sulle ondate di calore pubblicato oggi dal ministero della Salute. (Continua a leggere dopo la foto)








Il ‘bollino rosso’ equivale al livello 3 di allerta (il più alto) che indica condizioni di emergenza (ondata di calore) con possibili effetti negativi sulla salute delle persone sane e attive e non solo dei gruppi a rischio come gli anziani, i bambini molto piccoli e le persone con malattie croniche. Il ‘bollino arancione’ è previsto domani a Brescia, Frosinone, Latina, Milano, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona e Viterbo, e sia domani sia giovedì a Palermo. Giovedì ‘bollino arancione’ anche per Bari. (Continua a leggere dopo la foto)




Il livello 2 ‘bollino arancione’ indica “condizioni meteorologiche che possono rappresentare un rischio per la salute, in particolare nei sottogruppi di popolazione più suscettibili”. È iniziata ieri la settimana più calda dell’estate. Già nel weekend appena passato le temperature hanno subito un brusco rialzo su tutto il centro-nord: le condizioni, spiegano da iLMeteo.it, rimarranno stabili almeno fino per altri tre giorni. Venerdì 3 agosto, a partire dal centro-sud, sono previsti temporali anche forti, con rischio di grandine: oltre alle regioni meridionali peninsulari, a rischio anche il Lazio, con possibilità di rovesci a Roma. (Continua a leggere dopo la foto)


 

Valori in progressiva crescita nel corso della settimana, fino a 38/39 gradi e soprattutto per almeno 3/4 giorni consecutivi. La regione più calda sarà la Sardegna. Aumenterà, inoltre, la sensazione di afa, a causa dell’elevata umidità relativa. Il picco dell’ondata di calore sarà giovedì. Mercoledì invece saranno 8 le città in “allarme rosso”. Tanto più prolungata è l’ondata di calore – avverte il ministero – tanto maggiori sono gli effetti negativi attesi sulla salute”.

 

Ti potrebbe interessare anche: “Morto e feriti”. Inferno sull’autostrada delle vacanze nel primo weekend ‘caldo’

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it