“Ancora neve, ancora disagi”. Big Snow, quando arriva e le conseguenze . Meteo, la nuova perturbazione sta per mettere a dura prova l’Italia. Le previsioni


 

Ci siamo, mentre salutiamo con un addio (e il mi più rivederci) a Burian, sta arrivando Big Snow. Una perturbazione atlantica interagirà con l’aria fredda. Avremo ancora neve da Torino a Milano, Genova, fino a Padova, Venezia, Bologna, Trieste, Rimini, Firenze. Da oggi – spiegano gli esperti del sito ilmeteo.it – una perturbazione atlantica raggiungerà il nostro Paese, andando ad interagire con l’aria fredda presente al suolo. Le precipitazioni ad essa collegate, date le basse temperature, risulteranno a carattere nevoso su tutte le regioni settentrionali e parte di quelle centrali. Anche il 1 marzo sarà un “disastro”. La Primavera meteorologica inizierà con neve via via più diffusa su Liguria, Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, e Trentino Alto Adige. Al mattino nevicherà anche su Toscana, Umbria, Marche e Abruzzo, poi la neve lascerà ben presto posto alla pioggia. La coltre bianca potrebbe raggiungere i 15 cm su tutta la Pianura padana, fino a 15/20 cm in Emilia Romagna, con accumuli più consistenti in collina. Accumuli possibili anche sulla costa ligure, specialmente tra Genova e Savona. (Continua dopo la foto)



Le precipitazioni ad essa collegate, date le basse temperature, risulteranno a carattere nevoso su tutte le regioni settentrionali e parte di quelle centrali. La neve cadrà copiosa anche a Milano. In base agli ultimi aggiornamenti dei modelli, tra Giovedì e Venerdì si attende una bella nevicata sul capoluogo lombardo con temperature leggermente negative e possibili accumuli anche in centro. Le precipitazioni a carattere nevoso inizierebbero a cadere nel corso delle prime ore di Giovedì, per proseguire almeno fino al mattino di Venerdì. Sabato poi, stante l’aumento delle temperature in quota, avremo piogge sparse per tutta la mattinata. In base all’aggiornamento di Martedì 27, Milano potrebbe ricoprirsi di 10 cm di neve fresca a fine evento. (Continua dopo le foto e l’info-grafica)




 

Intanto Rfi ha fatto sapere che sul fronte Alta Velocità sarà garantito l’80 per cento dei collegamenti: “Per la giornata di domani 28 febbraio sarà garantito l’80% dei treni alta velocità, le Imprese ferroviarie attraverso i loro canali di comunicazione renderanno note ai propri clienti le corse cancellate e le soluzioni di viaggio alternative. Sul fronte del trasporto regionale, nel Lazio l’offerta dei servizi passerà dal 50% dei treni circolati oggi al 70%. La riduzione si rende necessaria, stante le previsioni di un forte abbassamento termico”.

Ti potrebbe anche interessare: Meteo, brutte notizie: dopo Burian arriva Big Snow. Dopo l’ondata di gelo che ha stretto l’Italia in una morsa, non c’è tregua: tanta neve. Le previsioni