Meteo: l’Italia batte in denti. Freddo in arrivo e temperature in picchiata. Da nord a sud tutta la Penisola nella morsa del gelo


 

Settimana all’insegna del maltempo. Nei prossimi giorni l’Italia entrerà in una situazione meteo decisamente instabile, dovuta principalmente all’arrivo di aria più fredda dai settori Nordorientali europei che favorirà la formazione di un centro depressionario. Nel corso della settimana – spiegano gli esperti del sito ilmeteo.it – si formerà una bassa pressione che dal mar Ligure si sposterà verso il Tirreno, portando condizioni di diffuso maltempo su molte regioni Nei mari centro-meridionali italiani insisterà una bassa pressione che sarà alimentata da impulsi d’aria sempre più fredda richiamati dalla Scandinavia e dalle nazioni dell’Europa Orientale. Il tempo assumerà connotati da pieno inverno a partire dalle regioni centro-settentrionali adriatiche e dal Nord Italia. Le nevicate tenderanno a scendere di nuovo a quote basse.La fase instabile invernale, scrive meteo giornale, dovrebbe caratterizzare buona parte della settimana, con ancora insistente maltempo specie al Centro-Sud e nevicate copiose sui rilievi. Accresce di affidabilità la previsione di un ulteriore raffreddamento a partire dal prossimo weekend. (Continua dopo la foto)



Soprattutto sul Nord Italia, quando un’ondata gelida russo-siberiana potrebbe approssimarsi al nostro Paese. Il grande gelo coinvolgerà probabilmente gran parte del Continente (orma alta possibilità), mentre al momento persistono incertezze per le regioni che saranno coinvolte in Italia. Le stime che hanno una maggiore affidabilità prospettano un coinvolgimento diretto del Nord Italia con una fase di freddo che potrebbe essere marcata, con un picco di ondata di gelo che si potrebbe estendere alla Toscana, l’Umbria e le Marche, ma con freddo intenso anche nel resto del Centro Italia e la Sardegna. L’Italia sarà alle prese con una circolazione depressionaria collocata sui mari centro-meridionali italiani, responsabile delle condizioni meteo di spiccata instabilità. (Continua dopo le foto)



 

Nel corso di lunedì le precipitazioni interesseranno soprattutto i versanti adriatici, il Sud e le due Isole Maggiori, con fenomeni più intensi lungo i settori del medio Adriatico, ma anche la Campania e la Puglia meridionale. Dovrebbe invece prevalere a tratti il bel tempo al Nord, salvo nubi sul Nord-Est e precipitazioni anche in diffuse su parte dell’Emilia e la Romagna. In Val Padana ci saranno foschie e nubi basse, ed anche nebbie. L’afflusso crescente d’aria più fredda dal Nord Europa riporterà nevicate fino a quote collinari sulla dorsale centro-settentrionale appenninica, specie lungo i versanti adriatici tra Marche ed Abruzzo. Martedì l’instabilità insisterà al Centro-Sud, con ancora neve sui rilievi fino a quote localmente collinari sulle Adriatiche. Le temperature caleranno ulteriormente, per i venti settentrionali.

Ti potrebbe interessare: Meteo: allerta in Italia. Ecco cosa sta accadendo nello stivale. Preparatevi, la situazione non vi piacerà affatto