Meteo, cambia tutto. Dite addio al clima mite. Ecco dove colpirà l’ultima ondata di maltempo del 2017. Preparatevi


Pochi giorni alla fine del 2017 e nuova ondata di freddo in arrivo. Se infatti i due giorni prìncipi del mese di dicembre ossia Natale e Santo Stefano, sono infatti stati caratterizzati dalla presenza dell’alta pressione ecco che cosa succederà a partire da domani. L’anticiclone presente sull’Italia abbandonerà il nostro paese. Più nubi saranno presenti su tutto il Nord e le regioni centrali tirreniche e in Umbria, ma con scarse precipitazioni, se non deboli e sparse, segnatamente su Liguria e alta Toscana. Sul resto delle regioni il tempo sarà buono con cielo poco o parzialmente nuvoloso. Possibili nebbie, localmente diffuse sulla Pianura padana e in Toscana.Cielo coperto al Nord e al Centro con precipitazioni, deboli sulle regioni tirreniche, occasionali al Nordest, moderate o forti in Liguria, moderate al Nordovest. Peggiora sulla Sardegna occidentale con temporali, infine anche sulla Campania con piovaschi. Sole sul resto del Sud. Neve sulle Alpi sopra gli 800 metri circa, in Appennino. Allarme specialmente nel levante della Liguria . Poi un fine 2017 in cui ci sarà una tregua. (Continua dopo la foto)

Ti potrebbe interessare: L’AMORE VINCE TUTTO. IL VIDEO VIRALE CHE SPOPOLA IN RETE…




«La parte più avanzata della perturbazione numero 8 di dicembre a Santo Stefano porterà nuvole su gran parte d’Italia e un po’ di piogge, comunque per lo più deboli, al Nord e regioni tirreniche, con qualche nevicata sulle Alpi. – affermano i meteorologi del Centro Epson Meteo – Poi mercoledì 27 dicembre ci attende una giornata di forte maltempo perché sull’Italia arriverà il nucleo della perturbazione: le piogge interesseranno infatti gran parte del Paese, e saranno a tratti anche intense e accompagnate da abbondanti nevicate su Alpi e Appennino Settentrionale, mentre venti forti soffieranno su quasi tutti i nostri mari. Le temperature invece tra martedì e mercoledì non subiranno grandi variazioni e oscilleranno attorno a valori normali per il periodo. (Continua dopo le foto)





 


Giovedì inizierà un graduale miglioramento del tempo, ma in compenso i venti freddi che seguono la perturbazione faranno calare sensibilmente le temperature in tutto il Paese». Il fronte occluso della perturbazione insisterà nella prima parte del giorno su coste e pianure del Nordest, nonché sulle regioni del Centro. Fenomeni sparsi continueranno a interessare il basso versante tirrenico, dove il forte Maestrale esalterà le precipitazioni tra Cilento, Lucania e ovest Calabria. Neve sull’Appennino centro-meridionale dai 700/1100m. Venerdì ultimi acquazzoni su coste del medio-basso Adriatico, bassa Calabria tirrenica e Messinese.

Ti potrebbe interessare: “Ma che bello! Non succedeva da venti’anni”. Incredibile ma vero, le foto della nota località balneare italiana, completamente imbiancata, stanno facendo il giro del mondo. Eppure, sono gli ultimi sprazzi di freddo prima di Natale: il meteo della prossima settimana