”Chicchi grandi come uova”. Raffiche di vento e grandinata record. Il caldo inizia a mollare la presa sull’Italia e, dopo giorni di afa e caldo, si torna a respirare: la situazione meteo per il prossimi giorni


 

Ancora maltempo e danni. Sembra non esserci pace il Nord Italia in questo agosto. Al caldo opprimente si alternano temporali fortissimi che poco o nulla servono al problema siccità e all’agricoltura e, anzi, devastano campi e non solo.  La violenta tempesta, nella tarda serata e della nottata di ieri, che si è scatenata in Trentino Alto Adige è stata accompagnata da raffiche di vento e grandine (in alcune zone sono caduti chicchi grandi come uova di gallina); determinando la caduta di alberi. Chiuso al traffico, sia pure per un breve periodo il tratto ferroviario tra Bolzano e Merano.  I campi che si erano salvati dalla perturbazione di domenica scorsa, ieri sera non sono riusciti a scamparla. Solo sulla valle di Cembra sono state tre le violente grandinate che si sono succedute nel giro di un’ora e poco più. E a Nave San Rocco le raffiche di vento hanno sradicato meleti interi. Con piante che sono anche finite sulla strada. ”C’è chi in questi giorni avrebbe dovuto iniziare la raccolta delle Gala – spiega il sindaco Joseph Valer al quotidiano Trentino – ma non ci sarà più nulla da raccogliere. È un disastro”. (Continua a leggere dopo la foto)







E poi ci sono stati decine di interventi da parte dei vigili del fuoco per garage, scantinati e sottopassi allagati e per tegole volanti. Numerose anche le famiglie che sono rimaste senza energia elettrica. E da più parti arrivava l’invito – da parte delle forze dell’ordine – a non uscire di casa se non strettamente necessario. Il caldo inizia a mollare la presa sull’Italia e, dopo giorni di afa e caldo, infatti, da oggi (giovedì 10 agosto) una veloce bassa pressione atlantica raggiungerà il Nord portando piogge, temporali e locali grandinate. Per il weekend 12-13 agosto è prevista “qualche nota instabile” sia al Sud che sulle regioni adriatiche ma “per Ferragosto la situazione meteo dovrebbe essere improntata ad una maggiore stabilità atmosferica quasi ovunque”, ricordano gli esperti di ‘3bmeteo.com’. (Continua a leggere dopo la foto)






 



 

“L’alta pressione tornerà infatti ad invadere il Mediterraneo a partire dai settori tirrenici, attraverso una rimonta del promontorio sub tropicale. Le condizioni meteo – aggiungono – saranno tipicamente estive con tanto sole” ad esclusione di Alpi e Prealpi, dove potrebbero arrivare “correnti atlantiche con qualche nuovo spunto temporalesco sia a Ferragosto che nei giorni a seguire”. Insomma, fino al 18-20 agosto tornerà a far caldo “con temperature in aumento e valori nuovamente sopra le medie del periodo”, dicono gli esperti, ma “non dovrebbero essere raggiunti i picchi eccezionali dei giorni scorsi”, seppure saranno toccati i 35-36°C al Centro-Sud.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it