”Erano delle palle di ghiaccio”. Italia, grandinata da record imbianca la spiaggia e devasta la città: vetri rotti, ombrelloni divelti, auto danneggiate e disagi alla circolazione. Tutti i dettagli


 

Vento forte, pioggia, e perfino grandine. Il maltempo si è abbattuto nel primo pomeriggio a San Benedetto del Tronto e a Grottammare dove la pioggia è caduta abbondante accompagnata da raffiche di vento violentissime. Ci sono danni in città ad alcune abitazioni per via di alcuni vetri rotti, divelti molti ombrelloni sulla spiaggia. Molte le chiamate ai vigili del fuoco. Grandinata particolarmente violenta a Grottammare dove la spiaggia è diventata bianca. La foto sta rimbalzando sui social network, da Instagram a Twitter, dove centinaia di utenti stanno postando foto e video del maltempo. La grandine ha provocato anche disagi alla circolazione. Le temperature sono crollate in pieno pomeriggio anche sotto i 20°C, a testimonianza della potenza dei fenomeni. Tra fermano e teramano registrati picchi pluviometrici anche di oltre 30-40mm in meno di due ore. Temporali localmente forti hanno interessato anche Toscana, Umbria e Lazio, in particolare viterbese, ternano, amiatino e la zona delle Colline Metallifere. “I temporali che ieri hanno colpito violentemente il Nord, specie i settori orientali, oggi si porteranno verso il Centro e ancora al Nord-Est”, aveva informato ilMeteo.it comunicando che “nel corso del pomeriggio l’atmosfera tornerà ad essere instabile per lo sviluppo di temporali che colpiranno in maniera sparsa, ma localmente violenti, Toscana, Umbria, Abruzzo e Lazio. Possibili rovesci anche su Roma”. (Continua a leggere dopo la foto)



Inoltre, “temporali pomeridiani saranno ancora possibili al Nord-Est, ma più localizzati. I temporali si spingeranno fin verso il Gargano e la Campania montuosa, isolati sui rilievi calabresi. Il clima si sta rinfrescando su tutte le regioni, grazie ai venti di Maestrale. Valori termici sotto i 30° su molte regioni”. Antonio Sanò, direttore del sito ilMeteo.it avvisa che “domani altri temporali sono attesi sulle regioni meridionali, segnatamente su Campania, Puglia e Calabria tirrenica. Da giovedì, la pressione tornerà ad aumentare su tutto il Paese riportando il bel tempo prevalente e un graduale aumento delle temperature”. (Continua a leggere dopo la foto)



”La grandine è la calamità più temuta dagli agricoltori in questa stagione perché provoca danni irreparabili vanificando il lavoro di un anno intero – commenta il presidente di Coldiretti Alessandria, Roberto Paravidino – Le precipitazioni, peraltro, non hanno scalfito lo stato di grave siccità dei campi, perché l’acqua per essere assorbita dal terreno deve cadere in modo continuo e non violento, mentre gli acquazzoni aggravano i danni e il pericolo di frane e smottamenti. Siamo di fronte al moltiplicarsi di eventi estremi, con l’alternarsi di caldo anomalo, siccità, bombe d’acqua, grandinate violente, ma anche incendi – prosegue la Coldiretti – con un impatto devastante sull’ambiente, l’economia e il lavoro”.

Meteo, si torna a respirare. Dopo aver sfiorato i 40 gradi la colonnina di mercurio torna a scendere. Temperature già di 10 gradi