Un manoscritto scomodo, il secondo giallo della Rowling (con pseudonimo)


Un pericoloso manoscritto, un brutale assassinio, un’indagine mozzafiato: il 9 ottobre, finalmente, arriva in Italia il nuovo romanzo di Robert Galbraith, pseudonimo di J.K. Rowling, proprio lei, la signora della saga di Harry Potter. Dopo il best seller Il richiamo del cuculo, Galbraith torna con Il baco da seta, la nuova indagine di Cormoran Strike, edito da Salani.

(continua a leggere dopo la foto)

 








Londra. L’eccentrico scrittore Owen Quine non si fa vedere da giorni. Non è la prima volta che scompare improvvisamente, ma non è mai stato via così tanto tempo e la moglie ha bisogno di ritrovarlo. Decide così di assumere l’investigatore privato Cormoran Strike per riportare a casa il marito. Ma appena Strike comincia a indagare, appare chiaro che dietro la scomparsa di Quine c’è molto di più di quanto sua moglie sospetti. Lo scrittore se n’è andato portando con sé il manoscritto del suo ultimo romanzo, pieno di ritratti al vetriolo di quasi tutte le persone che conosce, soprattutto di quelle che ruotano attorno al suo mestiere. Se venisse pubblicato, il libro di Quine rovinerebbe molte vite: perciò sono in tanti a voler mettere a tacere lo scrittore… Appassionante e ricco di colpi di scena, uno spaccato degli intrighi del mondo editoriale londinese, Il baco da seta è il secondo romanzo della serie che ha per protagonisti Cormoran Strike e la sua assistente, la giovane e determinata Robin Ellacott. Qui sotto anche il booktrailer

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it