Priya l’indiana, un’eroina a fumetti contro la violenza sulle donne


La campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne passa anche attraverso un fumetto. È “Priya’s Shakti“, il fumetto nato da un’idea del filmaker indiano Ram Davinani (www.priyashakti.com). Ispirato alla mitologia induista, e racconta la storia di una ragazza vittima di stupro che viene ripudiata dalla sua famiglia, cosa che accade spesso nella realtà. Il suo grido di dolore arriva fino alla dea Parvati, che l’aiuterà dandole la forza di superare le sue paure e convincere gli abitanti della sua città ad educare i loro figli ai valori del rispetto e dell’uguaglianza.

 








Prima del lancio ufficiale il fumetto  è stato distribuito ai ragazzi di Dharavi, lo slum di Mumbai dove Danny Boyle ha girato “The Millionaire”, uno dei più poveri dell’India. “Abbiamo capito che il fumetto ha un grande pregio per un teenager: si sfoglia in appena 15 minuti. Ma lascia dentro un messaggio che durerà ben più a lungo”. Priya’s Shakti, che potete leggere da oggi su Repubblica.it, è stato finanziato e promosso dal Tribeca Film Festival, dalla Ford Foundation e da varie associazioni no profit e Ong che operano in India.




 

Leggi anche:

India, dote troppo bassa: le fanno mangiare feci di vacca e cherosene. Muore

India, Visnu e Shiva come supereroi dei cartoon

Quello stupro che diventa “fashion”. E l’India si ribella

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it