Christie’s scommette sul fumetto… e vince!


La prima vendita dedicata al fumetto organizzata da Christie’s, in collaborazione con il gallerista Daniel Maghen, è stato un successo con una resa  di più di 3,8 milioni di euro; lo ha annunciato la famosa casa d’aste, estremamente soddisfatta del record raggiunto. Quasi 370 tavole, disegni e copertine originali sono state messe in vendita per la somma totale stimata tra i 3,1 e i 3,5 milioni di euro. Il record della vendita va al bozzetto di una striscia di Tin Tin, “Tin Tin in Tibet”, venduto a 289.550 euro. Le somme raggiunte dai fumetti rimangono modeste rispetto alle grandi vendite d’arte contemporanea, ma il mercato si evolve e sorprende. Basti pensare che solo nel 2012 la prima vendita di fumetti da parte della Sotheby’s era stata scoraggiante a causa del grande numero di invenduti, mentre in questa sfida firmata Christie’s ci sono stati acquirenti anche d’oltreoceano: da Hong Kong, un collezionista si è aggiudicato un pezzo partecipando all’asta attraverso Internet. La casa d’aste ha subito annunciato un’altra vendita nell’autunno 2014.