Addio a Christopher Lee, la star di Dracula, Il Signore degli Anelli e Guerre Stellari…


 

Addio a sir Christopher Lee, star di Dracula, del Signore degli Anelli e di Guerre Stellari: l’attore è morto domenica alle 8,30 nell’ospedale londinese Chelsea and Westminister Hospital all’età di 93 anni. Lo scrive il Telegraph online, rimarcando che la moglie ha scelto di diffondere la notizia solo oggi. Alto un metro e novantacinque centimetri, scarno, una voce profonda e uno sguardo angosciante, Christopher Lee deve la sua fama mondiale alla magistrale interpretazione del conte Dracula. Come ricorda Repubblica, di lontane origini italiane, Christopher Frank Carandini Lee era nato a Londra il 27 maggio 1922. Ha studiato alla Summerfield Preparatory School e in seguito ha frequentato il Wellington College. Durante la seconda guerra mondiale, ha prestato servizio nella Royal Air Force e nell’Intelligence britannica.

Christopher Lee iniziò la sua carriera cinematografica alla fine degli anni Quaranta, con film come Il mistero degli specchi (1948), di Terence Young, Amleto (1948), di Laurence Olivier, e Sarabanda tragica (1948), di Basil Dearden. Dieci anni dopo, s’impose come interprete principale degli horror della Hammer, insieme a Peter Cushing. Da La maschera di Frankenstein (1957) e Dracula il vampiro (1958), di Terence Fisher, a Il mistero di Sleepy Hollow (1999), di Tim Burton, Christopher Lee è stato mostro, vampiro e mummia, ha interpretato il ruolo del diabolico Dr. Fu Manchu, quello di Sherlock Holmes, del fratello di Holmes Mycroft e persino di Henry Baskerville. Attore di notevole talento, nella seconda parte della sua carriera ha interpretato lo stregone Saruman il Bianco nelle trilogie de Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit di Peter Jackson, nonché il conte Dooku nella nuova trilogia di Guerre stellari. Christopher Lee lascia la moglie Birgit Kroencke e la figlia Christina.

Ti potrebbe interessare anche: “Livio Forma è morto” ed ecco come reagisce il collega telecronista in diretta








Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it