“Vivi nei nei nostri cuori ora”. Lutto nel cinema: l’amato attore si è spento improvvisamente


Se n’è andato l’attore britannico Ben Cross, noto in particolare per il suo ruolo nel film “Momenti di gloria”. L’uomo è morto ieri all’età di 72 anni. “Ben è deceduto improvvisamente dopo una breve malattia”, ha detto il suo agente da Los Angeles. Ha recitato in numerosi film, anche per la televisione tra cui “Star Trek” nel ruolo di Sarek. Nato a Londra il 16 dicembre del 1947, Cross fece il suo debutto cinematografico a 30 anni nel film di guerra “Quell’ultimo ponte” al fianco di Sean Connery e Michael Caine.

Chi lo conosce saprà che è stato notato nel musical “Chicago” e successivamente fu scelto per interpretare nel 1981 in “Momenti di gloria” l’atleta ebreo inglese Harold Abrahams, tormentato dall’antisemitismo nella sua ricerca dell’oro olimpico nel 1924. Ricordata per la celebre canzone di Vangelis, la pellicola vinse quattro premi Oscar incluso quello per il miglior film. (Continua a leggere dopo la foto)







Ben ha anche interpretato il padre di Spock Sarek nel reboot del 2009 di “Star Trek” e il principe Carlo in “William & Kate: The Movie” nel 2011. Sempre in televisione è stato il personaggio principale nella miniserie “Solomon” in 1997. Nello stesso anno, è apparso nel ruolo del Capitano Nemo nel remake della CBS di “20.000 leghe sotto i mari”. (Continua a leggere dopo la foto)






A dare la notizia è stata la sua agente Mapes che ha detto che l’attore aveva appena finito di girare il film horror “The Devil’s Light” con Virginia Madsen. A Cross sono sopravvissuti sua moglie, due figli e tre nipoti. La figlia dell’attore, Lauren Cross, ha riferito che il padre è morto a Vienna, in Austria. (Continua a leggere dopo la foto)



 


Poco dopo in una una dichiarazione della famiglia si legge: “Era un uomo che ci ha insegnato ad abbracciare i nostri sentimenti, qualunque essi siano. Siamo grati per il tempo che abbiamo trascorso con lui. Il suo spirito vive nei nostri cuori attraverso le sue parole, la sua musica e l’amore che ancora proviamo”.

Ti potrebbe anche interessare: Febbre del Nilo in Italia, salgono già a 10 i ricoverati in ospedale. I sintomi e come si diffonde il virus

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it