Un altro lutto nel cinema: il coronavirus si è portato via un artista geniale. Addio Allen Daviau


Lutto nel mondo del cinema. Il coronavirus si è portato via un altro pezzo di storia del cinema mondiale. Stiamo parlando di Allen Daviau, direttore della fotografia venuto a mancare per alcune complicazioni da Covid-19. Allen Daviau è stato uno dei più importanti direttori della fotografia: ha lavorato, tanto per fare qualche esempio, con Steven Spielberg a E.T. L’extraterrestre ma anche per Incontri ravvicinati del terzo tipo. Ha lavorato anche ai film: Il Colore Viola, Indiana Jones e L’impero del sole.

Un uomo dal talento straordinario che, nella sua carriera, è stato candidato a ben 5 Oscar e un premio Bafta per la miglior fotografia. Ma la sua carriera brillante e la sua vita appassionante sono state interrotte da complicazioni legate al coronavirus. L’uomo aveva contratto il virus ed era stato ricoverato in un ospedale di Los Angeles. Poi, per via di complicazioni, è morto nella stessa struttura dove era ricoverato. Continua a leggere dopo la foto








La sua morte ha lasciato tutti addolorati, primo su tutti Steven Spielberg che con Allen Daviau aveva un rapporto speciale. I due avevano lavorato spesso insieme ma il loro non era solo un rapporto professionale: erano buoni amici. Così il famoso regista ricorda il suo amico: “Nel 1968 io e Allen abbiano iniziato la nostra carriera fianco a fianco con il cortometraggio Amblin. Allen era un artista meraviglioso, ma il suo calore e la sua umanità erano potenti quanto il suo obiettivo”. Continua a leggere dopo la foto






“Aveva un talento originale ed era un bellissimo essere umano”. Nella sua carriera Allen Daviau ha fatto di tutto: ha lavorato numerosi cortometraggi ma anche diversi video musicale quando i video non erano ancora una forma di espressione nota e diffusa come oggi. Ha lavorato, per esempio, ad alcuni video musicali di Jimi Hendrix. Poi si dedicò, con successo, anche al cinema. E fu allora che conobbe Steven Spielberg. Continua a leggere dopo la foto



 

Tra i due inizò subito un fortunato sodalizio: con Amblin un cortometraggio di 26 minuti che non aveva dialoghi ma solo musica ed effetti sonori. Da quel momento iniziò la loro brillante collaborazione che li vide lavorare anche ad alcuni dei progetti più celebri e fortunati del regista. Lavori che hanno lasciato un segno indelebile nel mondo del cinema mondiale. Addio, Allen. Mancherai.

È morto Luis Sepulveda, lo scrittore vittima del coronavirus. Ha lottato per settimane

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it