”Violentata sul set”. Choc per l’attrice che, dopo aver implorato di smetterla, è scoppiata in un pianto disperato. Tremendo. E lei non si è ancora ripresa


 

Stuprata sul set. Una vicenda terribile ha visto protagonista Nikki Benz, la nota pornostar che sostiene di essere stata aggredita con violenza da parte del produttore Tony T., mentre girava un film per la nota casa di produzione Brazzers. Sì, quella specializzata in cinema per adulti. La scena dello stupro era prevista dal copione ma c’è un limite a tutto. Secondo le dichiarazioni della Benz, l’uomo si sarebbe spinto ben oltre la finzione. Non stava recitando, la stava soffocando realmente. La donna, fin dall’inizio, avrebbe chiesto ripetutamente all’uomo di smetterla ma lui avrebbe fatto finta di niente continuando a fare il suo comodo. La Benz avrebbe anche più volte chiesto che fosse interrotta la ripresa. Cosa che, alla fine, è successa realmente. L’attrice si è detta profondamente turbata da quanto accaduto: nella sua carriera nel mondo del porno non le era mai successo di trovarsi in una situazione simile. Uno choc totale che l’ha messa seriamente in difficoltà. Durante la ripresa, dopo il fatto, la donna è scoppiata in un pianto a dirotto. Continua a leggere dopo la foto



“Sul set bullismo, stupro e violenza non dovrebbero mai accadere. ‘No’ significa ‘No’, che ci sia o meno la macchina da presa”, si è sfogata su Twitter, raccogliendo l’immediata solidarietà di fan e personaggi del settore. Una cosa gravissima che dovrebbe succedere mai. Come si comporta Brazzers. In un comunicato ufficilae, Brazzers ha fatto sapere che la scena in questione non sarà mai utilizzata e che l’uomo non lavorerà più per la società: “Abbiamo deciso immediatamente di interrompere il rapporto con il produttore”. Continua a leggere dopo le foto

 



 

Si legge ancora nel comunicato: ”Non solo abbiamo annullato tutti gli impegni professionali esistenti, ma è stata eliminata ogni possibilità di eventuali futuri impegni con lui. Il benessere e la sicurezza della signora Benz sono una preoccupazione fondamentale per noi”. E il responsabile? Un portavoce di Tony T. ha dichiarato a TMZ che l’uomo “nega ogni accusa e si lamenta delle azioni intraprese da Brazzers”.

Leggi anche:  “Che schifo, davvero disgustoso”. Una pornostar si avvicina alla famosa chiesa e proprio lì, all’aria aperta e sotto gli occhi dei passanti, inizia a girare un video molto, molto hot