Grave lutto nel cinema: l’indimenticabile regista George Ogilvie stroncato da un infarto


Lutto nel mondo del cinema: è morto George Ogilvie. Il regista aveva 89 anni ed è stato stroncato da un infarto. Nato il 5 marzo del 1931 a Goulburn, Ogilvie è stato tra i registi più apprezzati del suo tempo. Oltre a lavorare molto nel mondo del cinema, ha lavorato anche per il piccolo schermo. Impossibile dimenticare pellicole come “Mad Max Beyond Thunderdome” (“Mad Max – Oltre la sfera del tuono”) del 1985 ma anche “Short Changed” (1985) e “The Crossing” (1990).

Questo ultimo lungometraggio ha visto l’esordio sul grande schermo di un attore strepitoso come Russell Crowe. L’attore, quando ha appreso della morte di George Ogilvie, ha commentato così sui social: “Insegnante di talento in arte, teatro e vita. Un privilegio profondo conoscere George. C’è ancora una risonanza quotidiana nella mia vita dalle cose che mi ha insegnato. Ah prezioso signor Ogilvie, questo è davvero un momento triste. Addio a un uomo brillante”. Continua a leggere dopo la foto









“Era una forza. Ha lavorato duramente, ma si aspettava che anche tutti quelli che lo circondavano lavorassero duramente. Non piaceva a nessuno, pensavano fosse arrogante” è stato il commento della nipote Heather che ha raccontato che l’uomo soffrisse da tempo di enfisema polmonare. La nipote di George Ogilvie, che è morto al Braidwood Hospital in New South Wales, ha annunciato la morte del regista a The Hollywood Reporter. Continua a leggere dopo la foto






Tanti i riconoscimenti che il regista ha ottenuto nella sua lunga e fortunata carriera. Nominato membro dell’Order of Australia per il teatro e lo spettacolo nel 1983, nel 1988 ha ricevuto il Byron Kennedy Award dall’Australian Film Institute per i servizi all’industria cinematografica. Risale al 2006 la pubblicazione della sua autobiografia, Simple Gifts – A Life in the Theatre. Il suo ultimo credit è del 2014, in The Water Diviner diretto da Russell Crowe. Continua a leggere dopo la foto



 

La morte dell’uomo ha lasciato tutti distrutti dal dolore. Era un vero talento e la sua mancanza si sentirà forte. Tra i suoi meriti quello di essere uno dei maggiori rappresentanti della serialità in Australia: “Dismissal”, del 1983, fu un grande successo, così come “Bodyline”. Entrambi sono stati prodotti da Miller e Byron Kennedy.

Cinema in lutto: addio a un’attrice icona. Impossibile dimenticarla in quel ruolo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it