“Si è suicidato”. Cinema porno in lutto, lui era uno degli attori più amati del mondo a luci rosse. Fan e colleghi sotto choc: ”Non avevo mai visto una cosa del genere”


 

Aveva lavorato nel mondo dell’hard per quattro anni ed è stato il protagonista di decine di film etero, gay e bisex per noti studios come Hot House, NextDoor, Kink, Men.com e Pride Studios. Alexander Gustavo, 33 anni, è stato trovato morto dal suo coinquilino nella loro casa di Las Vegas. Jaxton Wheeler, amico, collega e come detto coinquilino dell’attore, dopo essersi trovato una scena straziante davanti agli occhi ha chiamato i soccorsi e la polizia. I medici non hanno potuto fare niente e la polizia ha confermato che il caso di Alexander Gustavo è riconducibile a un suicidio. All’interno della stanza e ancora in mano al giovane è stata infatti trovata una pistola regolarmente denunciata. Il fatto è accaduto domenica e la notizia ha ben presto fatto il giro del web. Gustavo era infatti molto conosciuto nell’ambito del cinema a luci rosse. (Continua a leggere dopo la foto)



“Non avevo mai dal vivo una cosa del genere” ha riferito il coinquilino Jaxton Wheeler intervistato da un’emittente locale. “Ho già perso degli amici, ma lui era il mio migliore amici; era come un fratello per me. Ci siamo davvero divertiti a lavorare insieme…ci prendevamo cura l’uno dell’altro. Ho lavorato insieme a lui ed è sempre stato bellissimo. Quello che continua a tormentarmi è che lui con me non ha mai parlato di problemi che lo potessero far star male”.

(Continua a leggere dopo la foto)


 


 

I fan e gli amici di Alexander lo stanno ricordano sui social. Jaxton Wheeler ha detto che su Twitter darà notizie sul funerale e i momenti che saranno organizzati per ricordarlo. l giovane, come detto molto conosciuto nell’ambito del cinema porno, nel 2014 ha vinto un Grabbys Awards come miglior passivo dell’anno.

“Guarda questo film porno, c’è tua madre”. E il figlio, costretto, “si gusta” insieme al padre lo spettacolo hard. Dalla periferia romana una storia che sembra comica, ma è tutt’altro