”Il sesso anale con il burro? Ecco tutta la verità”. Arriva la vera bomba dopo la bufera per la famosa scena del film cult. È il regista a parlare: cosa è successo davvero tra gli attori protagonisti. E soprattutto con lei (che è la cosa più importante)


 

 

Si è tornati a parlare di recente della sequenza del film di Bernardo Bertolicci Ultimo tango a Parigi in cui l’allora 48enne Marlon Brando costringe la giovane Maria Schneider a un violento rapporto anale. La pellicola, diretta da Bernardo Bertolucci, è uscita nel 1972, è stata premiato con un David di Donatello, un Nastro d’ argento e nominata all’ Oscar ha una lunga storia legale alle spalle, sfociata con la condanna alla distruzione della pellicola nel gennaio del ’76, per poi essere riabilitata dalla censura nel 1987. Di recente, sul sito americano di Elle è apparsa una video intervista del 2013 alla trasmissione olandese College Tour, nella quale Bertolucci ammette che la Schneider non era consenziente nella celebre scena del burro: ”L’allora 19enne Maria Schneider non era consenziente nella celebre scena dello stupro. Perché volevo vedere la sua reazione come ragazza, non come attrice. Volevo si sentisse realmente umiliata”, ammette il regista. Bufera: tantissimi i commenti indignati da parte di colleghi, attori e gente comune sul film e su Bertolucci stesso. (Continua a leggere dopo la foto)














Già nel 2007, la Schneider, che morì 4 anni dopo per un tumore, parlò di quella scena al Daily Mail. ”Mi sono sentita violentata, porto ancora le sofferenze di qualche scena – disse l’attrice – Bertolucci nei momenti di crisi non è mai corso in mio aiuto. E nemmeno Brando, dopo aver girato quella scena, mi consolò né chiese scusa”. Essendo riesplosa la questione, il regista ha deciso di mettere fine alle polemiche: ”Qualche anno fa, alla Cinematèque Francaise, qualcuno mi ha chiesto dettagli sulla famosa scena del burro. Io ho precisato – dice Bertolucci in una nota riportata dall’Ansa – di avere deciso insieme a Marlon Brando, di non informare Maria che avremmo usato del burro. Volevamo la sua reazione spontanea a quell’uso improprio. L’equivoco nasce qui. Qualcuno ha pensato, e pensa, che Maria non fosse stata informata della violenza su di lei. Falso! Maria sapeva tutto perché aveva letto la sceneggiatura, dove era tutto descritto”.

(Continua a leggere dopo le foto)



 

”L’unica novità era l’idea del burro”, prosegue Bertolucci nella nota in cui intende chiarire ”per l’ultima volta, un ridicolo equivoco che continua a riportare Ultimo Tango a Parigi sui giornali di tutto il mondo. È quello che, come ho saputo molti anni dopo, offese Maria, non la violenza che subisce nella scena e che era prevista nella sceneggiatura del film. È consolante e desolante che qualcuno sia ancora così naif da credere che al cinema accada per davvero quello che si vede sullo schermo continua il regista -. Quelli che non sanno che al cinema il sesso viene (quasi) sempre simulato, probabilmente, ogni volta che John Wayne spara a un suo nemico, credono che quello muoia per davvero”.

Potrebbe anche interessarti: Sesso anale con il burro. Avete visto quella scena? No, non si tratta di un porno, ma di un film cult e non è finzione, perché ciò che è accaduto è tutto reale. Regista e attore erano d’accordo, ma lei non ne sapeva nulla. Le dichiarazioni choc

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it