Lutto nel cinema: una grande e bellissima attrice che se ne va. Impossibile dimenticare quel ruolo che l’ha resa celebre


Lutto nel mondo del cinema. Se ne è andata un’attrice che nessuno mai potrà dimenticare. Addio, Claudine Auger. Venuta a mancare il 18 dicembre a Parigi, tutti al ricordano per aver interpretato la Bond Girl Dominique “Domino” Derval nel film “Agente 007 – Operazione Tuono”. Originariamente quel ruolo avrebbe dovuto essere assegnato a un’attrice italiana (come nel romanzo di Fleming) ma la Auger ha impressionato i produttori che, alla fine, hanno deciso di scegliere lei per la parte.

Una carriera brillante, quella di Claudine Auger che si avvicina al mondo patinato dello spettacolo vincendo il concorso Miss Cinémonde 1957. La sua bellezza ammalia tutti e, l’anno successivo, viene eletta Miss Mondo. Da quel momento per lei le porte del successo si spalancano e diventa sempre più famosa. Lavora nel cinema con Romy Schneider e Alain Delon, Jean Cocteau, Marcel Carné. Il suo ruolo più celebre è quello di Domino in Operazione tuono. Continua a leggere dopo la foto








Quel ruolo le calzava alla perfezione. Una scena, in particolare, è nel cuore di tutti: quella in cui Domino è sulla spiaggia e parla con James Bond mentre indossa quel mitico bikini bianco e nero. Grazie a quel film Claudine Auger diventa una star internazionale. Anche se negli Stati Uniti non ottenne mai il successo che aveva sperato (e meritato). Oltre a James Bond, ha lavorato anche ad altro. Spesso anche in televisione. Tra i film più famosi c’è Il mistero del tempio indiano di Mario Camerini. Continua a leggere dopo la foto






Dopo il successo come Bond girl viene chiamata a interpretare ruoli piccanti particolarmente in Italia e diviene molto attiva in film di produzione italiana, francese e spagnola come Il triangolo delle Bermude, 1978, La Bocca, 1990. Ma di certo “Agente 007 – Operazione tuono” è il film che l’ha resa famosa. Nel cast, oltre a Claudine Auger, c’era Sean Connery nel ruolo di James Bond. Una coppia indimenticabile. C’era poi Anthony Dawson nei panni del capo della Spectre. Continua a leggere dopo la foto



 

L’attore italiano Adolfo Celi fu scelto per la parte del Numero 2 Emilio Largo, cioè l’antagonista principale del film. A Luciana Paluzzi, invece, fu affidato il ruolo di Fiona Volpe, la spietata assassina della Spectre. Claudine Auger se ne è andata a 78 anni e nessuno mai la dimenticherà. Tanta tristezza nel mondo del cinema per la perdita di un’attrice come lei.

Sport italiano in lutto, addio al giovane campione: aveva solo 25 anni

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it