L’avete riconosciuta? Scommettiamo di no (e ci mancherebbe). Invecchiata e con un look a dir poco trasandato. E dire che era una delle dive più richieste del cinema… Che tracollo!


 

Glenn Close, celebre per la sua interpretazione in Attrazione fatale con Michael Douglas, è stata immortalata mentre passeggia da sola a Londra con grandi occhiali da sole e un look total black. Invecchiata, alla soglia dei 70 anni, l’attrice sembra la lontana parente della musa che negli anni ’80 fece impazzire con il suo talento Hollywood.Figlia di una famiglia aristocratica, nel 1974, dopo la laurea in una università della Virginia, aveva esordito a Broadway.

(continua dopo la foto)







Al suo primo film “Il mondo secondo Garp” (1982) di George Roy Hill, tratto da un bestseller di John Irving, aveva colpito l’Academy per la sua interpretazione di un’infermiera femminista, ottenendo una nomination all’Oscar. Il viso severo e aristocratico la condannò a ruoli di donne apparentemente spietate e sostanzialmente infelici, come l’amante aggressiva che in “Attrazione fatale” (1987) di Adrian Lyne mette in serio pericolo la vita del protagonista, Michael Douglas; la perfida Marchesa di Merteuil protagonista di “Relazioni pericolose” (1988) di Stephen Frears; la cattivissima Crudelia DeMon in “La carica dei 101 – Questa volta la magia è vera” (1996) e in “La carica dei 102” (2000) di Kevin Lima, con Gérard Depardieu.

(continua dopo la foto)






Altri suoi film importanti sono “Il grande freddo” (1983) di Lawrence Kasdan nel ruolo della moglie di Kevin Kline, un film che darà fama internazionale al gruppo dei suoi protagonisti; “Il migliore” (1984) di Barry Levinson, dove fa la parte di una misteriosa fidanzata a fianco di Robert Redford. Nel 1990, Franco Zeffirelli le affida la parte della madre di Hamlet in “Amleto”. Sempre lo stesso anno, recita nel film allegorico “La tentazione di Venere” di Istvàn Szabò.

(continua dopo la foto)



Nel 1993 interpreta il film “La casa degli spiriti” di Bille August, tratto dal famoso romanzo di Isabel Allende. Durante tutti gli anni Novanta lavora in numerosi produzioni televisive vincendo un Emmy per la sua partecipazione nel film”Costretta al silenzio”.Nel 2005, dopo aver ricevuto per diverse volte la nomination senza vincere il premio, conquista il Golden Globe Award come miglior attrice protagonista per l’ interpretazione nel film per la tv “The Lion in Winter”.Sposata e divorziata due volte, con il chitarrista Cabot Wade e l’impresario James Marios, Glenn Close ha una figlia, Annie Maude, nata dalla sua relazione con John Starke. Grazie al suo temperamento e al suo fascino, la Close è stata spesso paragonata a Bette Davis.

 

 

 

Ricordate la super Top Emily Ratajkowski, ma cosa le è successo? Pubblica una foto sui social e non sembra neanche lei e i fan la demoliscono. Un tracollo spaventoso

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it