Come dimenticare le gemelle Olsen! Hanno debuttato in tv quando avevano solo 9 mesi, ma ora, dopo decine di film di successo, sono sparite. Che fine hanno fatto?


 

Hanno iniziato la loro carriera quando avevano solo 9 mesi, debuttando nella sit-com ‘Amici di papà’. Tra televisione e cinema, poi, negli anni Mary Kate e Ashley Olsen sono diventate le gemelle più famose del mondo. Ma da tempo sono sparite dalla scena, che fine hanno fatto?

(Continua a leggere dopo la foto)



 

Iniziamo col dire che il successo per le piccole e adorabili sorelle Olsen iniziò, nel 1998, in tv con ‘Due gemelle e una tata’. Da allora, e fino ai primi anni del 2000 le gemelle, classe 1986, hanno collezionato almeno una ventina di film e telefilm di successo. Ma poi, come altri enfant prodige di Hollywood, sono sparite dallo schermo dopo il flop dell’ultimo film in cui hanno recitato insieme, ‘Una pazza giornata a New York’. L’ultima apparizione certificata, almeno di Mary Kate, è datata 2011, con l’uscita al cinema della pellicola poco riuscita ‘Beastly’. L’abbandono delle scene è però coinciso con l’ascesa nel mondo della moda. Nel 2006 le Olsen hanno dato vita a The Row, marchio di alta moda. In questo campo hanno avuto successo, collezionando infatti per due volte consecutive in tre anni, i premi come miglior brand e migliori stiliste dell’anno dall’associazione americana CDFA. Ma sul fronte spettacolo sono sostituite dalla sorellina più piccola Elizabeth, divisa tra cinema indipendente e blockbuster.

Per quanto riguarda la loro vita privata, invece, Ashley e Mary Kate hanno dovuto entrambe fare i conti con i problemi di salute. La prima, ed è notizia di poco tempo fa, secondo la rivista americana Ok! ha la malattia di Lyme, la stessa che lo scorso anno ha colpito Avril Lavigne. Avrebbe contratto la malattia molti anni fa dopo il morso di una zecca e ora sta lottando contro l’infezione, che oltre a causare dolore attacca anche il cuore e il sistema nervoso. Mary Kate, invece, dopo un turbolento passato di dipendenza dalle droghe, avrebbe dovuto fare i conti con l’anoressia. Insomma, ora sembrano aver trovato la loro dimensione nel fashion system ma nessuno ci toglierà dalla mente quando, ancora piccolissime, ci incantavano con i loro sketch.

Potrebbe anche interessarti: Il dramma di Ashley Olsen: ”E’ molto malata e su di lei nessuna cura ha effetto…”