Diteci che è un brutto sogno, vi prego. Avete presente Mickey Rourke? Negli anni ’90 aveva fatto perdere la testa a tutte le donne. Ora, però, dopo vari interventi di chirurgia (dell’orrore) è così. Aiuto


Se c’era uno sexy, negli anni ’90, quello era lui. Bello. Di una bellezza dannatamente sfrontata. Sexy. Travolgente. Le donne, lui, le faceva impazzire già prima di ‘’9 settimane e mezzo’’. Dopo ‘’9 settimane e mezzo’’, però, le ha messe ko. Tutte erano innamorate di lui. Poi il tempo è passato e, come fa con tutti, ha ‘’giocato sporco’’ anche con lui. Ma Mickey Rourke ha deciso di sfidarlo e si è sottoposto a una serie di interventi di chirurgia plastica: voleva cercare di bloccare il tempo. Ma ha fatto un disastro. Ritocchino dopo ritocchino, è diventato irriconoscibile. Irriconoscibile e brutto: quelle guanciotte gonfie e le labbrone a canotto non donavano all’attore che ci è sempre piaciuto per la sua ‘’machitudine’’. Ormai Mickey Rourke è famoso per cambiare aspetto continuamente. Il chirurgo plastico è il suo migliore amico anzi, probabilmente è più corretto dire che è il suo peggior nemico visto come lo ha ridotto… Lo abbiamo visto con il viso che sembrava di plastica, i capelli disordinati, le labbra a canotto, il naso ‘’strano’, la faccia stravolta e deturpata. Ma lui non si è fermato e, non contento, ha continuato. Continua a leggere dopo la foto







L’ultima trasformazione dell’attore che stregò il nostro cuore e ci impedì di dormire sonni tranquilli è agghiacciante. O meglio, agghiacciante in parte… Il fisico è asciutto, il viso sembra ‘’ringiovanito’’ (ma questa volta per bene), i capelli sono ritornati scuri. In più hanno dei colpi di sole biondi. Che magia! Di certo sta meglio di qualche tempo fa quando se ne andava in giro con il cerotto sul naso e il viso vecchio e sfatto. Solo che c’è un piccolo particolare: ora sembra una donna… Non vi pare? Ah beh, meno male i tatuaggi e il petto di cui va orgoglioso che ci ricordano che è un uomo. Per carità, non vogliamo fare i bigotti, quelli che ‘guai la chirurgia’ ma così è troppo. Continua a leggere dopo le foto

 








{loadposition intext}

È proprio vero il detto ‘’chi ha il pane non ha i denti e chi ha i denti non ha il pane’’. Vogliamo ricordare il suo passato e toglierci dalla mente questa faccia assurda che non è più la sua? Sì, dai. Rourke, attore, ma anche sceneggiatore, ha praticato in giovinezza il pugilato. Poi è diventato celebre con film quali ‘’Rusty il selvaggio’’ (1983); ‘’L’anno del dragone’’ (1985); ‘’9 settimane e 1/2’’ (1986); ‘’Angel Heart – Ascensore per l’inferno’’ (1987); ‘’Francesco’’ (1989); ‘’The Wrestler’’, film per cui ha ricevuto una nomination al Premio Oscar come miglior attore protagonista e vinto un Golden Globe. La sua carriera d’attore, però, viene punto messa in ombra dalla sua vita privata (pare facesse uso e abuso di droga). Registi come Alan Parker non vogliono lavorare con lui. Parker per esempio disse che ‘’lavorare con Mickey è un incubo. È davvero pericoloso sul set perché non sai mai quello che sta per fare”.

Mickey Rourke, una metamorfosi continua: ecco com’è diventato il sex symbol di un tempo…

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it