“È morto!”. Il mondo del cinema perde un attore molto amato e stimato. Stava male da tempo, ma non aveva voluto far trapelare la notizia: “Una brutta malattia lo ha portato via. Ci mancherai”


 

Se ne è andato a 73 anni Sam Shepard, attore hollywoodiano che ha recitato in film straordinari come “I giorni del cielo” di Terrence Malick e “Non bussare alla mia porta” di Wim Wenders, candidato all’Oscar nel 1983 come attore non protagonista per “Uomini veri” di Philip Kaufman. Shepard è stato inoltre prolifico drammaturgo teatrale, sceneggiatore e regista. Secondo quanto riportato dal sito broadwayworld.com, l’interprete era malato da tempo di sclerosi laterale amiotrofica, ovvero la SLA, detta anche malattia di Lou Gehrig: una notizia che fino a questo momento era nota a pochissimi ma che è stata confermata da People. Shepard è morto nella sua casa in Kentucky il 30 luglio, circondato dai suoi famigliari. L’attore è stato sposato dal 1969 al 1984 con l’attrice O-Lan Jones, madre di suo figlio Jesse. Ai tempi, ebbe una relazione extraconiugale nel 1971 con la cantante Patti Smith. Dal 1982 al 2009 ha avuto una lunga e importante storia con Jessica Lange, dalla quale ha avuto i figli Hannah e Samuel. Dal 2014 è legato all’attrice Mia Kirshner (“Black Dahlia”). (continua dopo la foto)







La sua carriera è iniziata molto presto a partire dai primi anni ’70. Dopo un’apparizione nello sperimentale Renaldo e Clara di Bob Dylan, venne scelto da Malick per il ruolo del proprietario terriero malato, rivale in amore in Richard Gere ne “I giorni del cielo”. Tra gli altri suoi film, oltre alla già citata interpretazione per Wenders, ricordiamo “Fiori d’acciaio”, “Cuore di tuono”, “Il rapporto Pelican”, “La neve cade sui cedri”, “La promessa”, “Codice: Swordfish”, “Black Hawk Down – Black Hawk abbattuto”, 2L’assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford”, “Fair Game – Caccia alla spia”, I segreti di Osage County”, “Cold in July”, “Mud”. Recentemente è apparso anche nelle serie “Klondike” e “Bloodline”. (continua dopo le foto)








1083_018886.jpg

 


Sheperd fu anche uno scrittore di grandissimo talento. La sua carriera di drammaturgo è stata molto attiva e prolifica. La commedia “Buried Child” ha ricevuto addirittura un premio Pulitzer nel 1979. Altri lavori molto famosi sono “Curse of the Starving Class” del 1978, “True West” del 1980 e “A Lie of the Mind” del 1985. È stato nominato per due Tony Awards: nel 1996, per lo stesso “Buried Child” e per “True West” nel 2000. Lo stesso anno ha messo in scena “The Late Henry Moss”, con un cast comprendente Nick Nolte, Sean Penn, Woody Harrelson e Cheech Marin. Inoltre, è stato batterista di un gruppo rock della fine degli anni sessanta, gli Holy Modal Rounders.

Ti potrebbe interessare anche: Lutto nel mondo del cinema. Addio alla divina, musa dei più grandi registi. Il suo corpo trovato stamani dalla donna di servizio

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it