Lutto nel mondo del cinema. Se ne va una vera leggenda, attore tra i più dotati della storia. “Solo tu ci facevi appassionare così”. L’annuncio poche ore fa


 

L’attore e comico Don Rickles è morto nella mattinata di ieri nella sua casa di Los Angeles. A confermarlo è stato il suo portavoce, Paul Shefrin. L’attore, che avrebbe compiuto 91 anni a maggio, ha avuto una carriera lunga più di 60 anni. A stroncarlo un’insufficienza renale. Rickles è stato un assoluta protagonista degli spettacoli in programma a Las Vegas e ha recitato in film di successo come Casinò diretto da Martin Scorsese. È stato anche doppiatore, dando la voce in lingua originale a uno dei personaggi Pixar più iconici. La star aveva prossimamente in programma la realizzazione di un nuovo show chiamato Dinner With Don. Il suo collega Bob Newhart, insieme alla moglie, ha ricordato in un comunicato il suo amico, conosciuto per le sue battute taglienti e l’allergia al politically correct: “Era soprannominato Il Mercante di Veleno ma in realtà era uno degli esseri umani più gentili, amorevoli e sensibili che abbiamo mai conosciuto. Siamo devastati e il nostro mondo non sarà più lo stesso”. (Continua dopo la foto)






Don era nato a New York negli anni ’20, figlio di genitori ebrei, aveva combattuto durante la Seconda Guerra Mondiale nella marina statunitense. Intraprese la sua carriera da comico negli anni ’50, facendo degli spettacoli in stand-up, diventando conosciuto a tutti come il “comico degli insulti” per l’attitudine a fare ironia sul suo pubblico con il suo umorismo tagliente. Fece inoltre le sue comparse in serie TV come Ai Confini della Realtà e la sua voce è entrata nel cuore delle generazioni degli ultimi decenni.

(Continua dopo le foto)






 



 

 

A dargli la celebrità, in questo senso, il doppiaggio di Mr Potato, la patata giocattolo nella famosa saga cinematografica d’animazione Pixar: Toy Story.

Lutto a The Voice of Italy. La notizia arriva all’improvviso e lascia tutti senza parole. Era stata una delle concorrenti più apprezzate e aveva portato in tv l’amore della sua vita. “Le ho tenuto la mano fino alla fine”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it