La grande bravura: così Moretti, Sorrentino e Garrone portano l’Italia a Cannes


 

Sono stati annunciati oggi a Parigi, dal delegato generale Thierry Fremaux, i film italiani che saranno in concorso al Festival di Cannes che si terrà dal 13 al 24 maggio: “Mia madre” di Nanni Moretti, “Youth – La giovinezza” di Paolo Sorrentino, “Il racconto dei racconti” di Matteo Garrone. ”Siamo felici e orgogliosi di rappresentare l’Italia in concorso al prossimo Festival di Cannes. Siamo consapevoli che è una grande occasione per noi e per tutto il cinema italiano”. Questa le prime righe della originale dichiarazione congiunta fatta dai tre registi. “I nostri film, ognuno a suo modo, cercano di avere uno sguardo personale sulla realtà e sul cinema; ci auguriamo che la nostra presenza a Cannes possa essere uno stimolo per tanti altri registi italiani che cercano strade meno ovvie e convenzionali”, così si conclude la dichiarazione congiunta.

(Continua a leggere dopo la foto)








“No, Paolo Sorrentino e Matteo Garrone non hanno girato i loro film in inglese per piacere al mercato anglosassone”. È quanto ha dichiarato Thierry Fremaux rispondendo a una domanda sull’argomento alla cerimonia di presentazione del Festival. “L’inglese – ha continuato – è l’esperanto, ormai è un linguaggio mondiale, non è legato per forza a un solo Paese. E poi sono film in inglese con attori inglesi e logica drammatica legata a personaggi internazionali come nel film di Paolo Sorrentino”. 

Leggi anche: Cannes rende omaggio a Mastroianni

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it